Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet Accedi al tuo account Clicca qui per accedere al tuo account WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Maurer vince la maratona del cielo made in Lecco

Il campione svizzero è atterrato ieri a Suello e si aggiudica prima edizione della Ironfly Salewa 2018. Era partito da lecco sabato 

di GIANLUIGI CASTELNOVO
Ultimo aggiornamento il 17 maggio 2018 alle 11:09
Lo svizzero Maurer atterra a Suello

Suello, 17 maggio 2018 - È lo svizzero Christian Maurer il vincitore della prima edizione della Ironfly Salewa 2018. Partito sabato mattina da Lecco, il cinque volte vincitore della X-Alps, è atterrato ieri pomeriggio attorno alle 15 al campo di Suello, sede Parapendio club Scurbatt, organizzatore della manifestazione, sorprendendo tutti quanti. Il programma originario della gara, lunga circa 458 km in linea d’aria, molti dei quali da percorre a piedi, prevedeva l’arrivo nel pomeriggio di sabato 19 maggio.

Il campione elvetico  in versione extraterrestre ha superato ogni aspettativa, compreso il tempo inclemente di questi giorni. Il vantaggio sugli avversari più diretti, Markus Anders e Patrick Von Kanel è di quelli che si commentano da soli. I due avversari in serata era dati ancora in territorio bergamasco, tra Resegone e Morterone, e stavano lottando tra loro a piedi, utilizzando il pass per continuare la gara fino a mezzanotte. Fino a ieri sera gli organizzatori avevano ufficializzato 20 atleti ancora in gara dei 23 partiti, tra questi anche l’unica donna presente a questa durissima gara, Dominika Kasieczko, data nella top ten. Tra i ritirati problemi fisici alle gambe ci sono Filippo Gallizia e il brianzolo Zappa. Stoico a dire poco il suellese Dario Frigerio, che nel corso della prima tappa, dopo aver superato la boa in volo di Macugnaga, è stato informato all’indomani dal direttore di gara che il passaggio dalla boa non era stato fatto nella maniera corretta. Senza perdersi d’animo Frigerio è tornato indietro, percorrendo tra volo e a piedi un’ottantita di chilometri, per rimettersi poi in corsa regolarmente. E nella serata di ieri era dato attorno alla 15^ posizione. Gli atleti rimasti in gara sono ora attesi a Suello distanziati oltre un giorno. Ma vuoi mettere la soddisfazione di avercela comunque fatta.

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.