Uno scorcio di Villa Monastero
Uno scorcio di Villa Monastero

Varenna (Lecco), 10 gennaio 2019 – Villa Monastero parla straniero. Oltre il 70% dei visitatori che ne hanno varcato la soglia nel 2018 sono stranieri arrivati da oltre confine.

I VISIATORI – Nel 2018 i visitatori della nobile dimora della Perla del Lario che si affaccia direttamente sul lago sono stati 89mila, 89.001 per la precisione, il 14,46% in più dei 77.757 del 2017. Il trend è in continua e forte crescita. Nel 2016 i visitatori erano stati 64.533, 55.758 nel 2015, 49.329 nel 2014, 35.141 nel 2013, 31.186 nel 2012, 30.281 nel 2011 e 27.734 nel 2010.

GLI STRANIERI – I visitatori italiani sono stati il 29%, rispetto al 33% del 2017, di conseguenza i visitatori stranieri sono stati il 71%. Le nazionalità più presenti sono state quelle tedesca, francese, inglese, americana e spagnola. Si è registrato però anche l'aumento di russi e indiani, che negli anni scorsi erano presenti in numero minore.

A maggio e settembre 2018 c'è stato un significativo incremento di visitatori stranieri rispetto agli stessi mesi del 2017, in linea con la tendenza all’allungamento del periodo di permanenza degli stranieri sul territorio lecchese. A Maggio i visitatori sono stati 12.021, di cui 9.415 stranieri, rispetto ai 9.820 di cui 7.054 stranieri dello stesso mese del 2017, e a settembre 12.386 di cui 9.219 stranieri rispetto ai 9.649 visitatori di cui 7.443 stranieri del settembre 2017.

A settembre 2018 per l’iniziativa Ville Aperte in Brianza ci sono stati 1.098 ingressi in più rispetto al settembre 2017: 2.237 di cui 1.107 stranieri rispetto ai 1.139 di cui 570 dello stesso mese dell'anno precedente

GLI OBIETTIVI - “Anche nel 2018 i numeri hanno premiato gli sforzi della Provincia di Lecco, enter proprietario del bene, nella valorizzazione di Villa Monastero attraverso un programma ricco di iniziative di carattere culturale e turistico - commenta il Consigliere provinciale delegato alla Cultura e al Turismo Luigi Comi -. È stata premiata la scelta di allestire esposizioni e mostre con l’obiettivo di riscoprire l’identità del territorio. Il calendario 2019 è già ricco di prenotazioni per prestigiosi convegni, mostre, eventi e matrimoni. Per il 2019 il nostro obiettivo sarà quello di puntare ad accreditarsi al Sistema museale nazionale, secondo i requisiti minimi e uniformi di qualità per i luoghi della cultura di appartenenza pubblica previsti dal decreto ministeriale del febbraio 2018; la procedura verrà avviata con l’organismo regionale. Punteremo inoltre sulla comunicazione e sulla promozione per valorizzare ancora di più il patrimonio della Villa”.

I BIGLIETTI E LE APERTURE - Il biglietto d’ingresso è di 8 euro, 5 euro solo il Giardino, l’ingresso ridotto per persone con più di 65 anni, gruppi composti da più di 10 persone, soci Touring, ragazzi dai 12 ai 18 anni e studenti dai 18 ai 24 anni è di 5 euro, 3 euro solo il Giardino. L’ingresso è gratuito per bambini da 0 a 11 anni compiuti, persone diversamente abili, tesserati Icom, possessori di Abbonamento Musei Lombardia Milano e residenti a Varenna.

Villa Monastero sarà aperta anche nei fine settimana di gennaio per dare la possibilità ai visitatori di ammirare la Casa Museo e il Giardino Botanico nel singolare fascino dei mesi invernali: domenica 13, domenica 20 e domenica 27 gennaio dalle 10.30 alle 16.30. Durante la settimana è possibile l’apertura della mostra su prenotazione (villa.monastero@provincia.lecco.it) per gruppi e scuole.

LA STORIA – L'edificio originario risale alla fine del XII secolo ed era un monastero femminile cistercense, poi trasformato all'inizio del Seicento dai Mornico e successivamente ristrutturato e decorato tra il 1897 e il 1909 dal suo ultimo proprietario tedesco di Lipsia Walter Kees. Nel 1936 la villa è stata donata per diventare bene pubblico dal naturalista milanese di origini svizzere Marco De Marchi. Nel 1940 viene aperto al pubblico il giardino e nel 1953 viene creato il centro congressi. Negli anni Settanta il compendio è stato di proprietà del Consiglio Nazionale delle Ricerche sotto la della Provincia di Como. Nel 1996, con l'istituzione delle nuove province, la sua gestione è passata all'Amministrazione della Provincia di Lecco che nel 2009 ha acquistatol'intero compendio viene acquistato dalla Provincia di Lecco.

Villa Monastero è una delle principali attrattive del territorio per la sua posizione strategica in termini storico-paesaggistico-ambientali e per i differenti servizi forniti dal compendio; il nucleo centrale è rappresentato dalla Casa Museo che, nel 2004, ha ottenuto il riconoscimento museale di Regione Lombardia ed è interamente accessibile al pubblico con il suo percorso espositivo che si sviluppa in 14 sale. Vi ha sede anche un Centro convegni conosciuto a livello internazionale per le lezioni di fisica tenute nel 1954 dal Premio Nobel Enrico Fermi

La Villa è circondata da un Giardino botanico che si estende per quasi 2 chilometri lungo il fronte lago da Varenna a Fiumelatte offrendo opportunità di svago e di apprendimento grazie alla presenza di numerose e rare specie arboree autoctone ed esotiche. Grazie al clima particolarmente mitigato tipico del lago, convivono rarità botaniche provenienti da tutto il mondo, che vengono di anno in anno incrementate. Nel 2013 le specie esistenti sono state implementate con più di mille nuovi esemplari.