Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
26 gen 2022

Sequestro milionario per le lotterie online

La Dia di Milano ha disposto il congelamento dei beni di Antonello Pronesti a capo di otto società

26 gen 2022
L’operazione è stata coordinata dalla Dia di Milano
L’operazione è stata coordinata dalla Dia di Milano
L’operazione è stata coordinata dalla Dia di Milano
L’operazione è stata coordinata dalla Dia di Milano
L’operazione è stata coordinata dalla Dia di Milano
L’operazione è stata coordinata dalla Dia di Milano

Quote azionarie di otto società informatiche con sedi legali a Milano, Roma e Canton Ticino attive nel campo del settore delle scommesse e lotterie, capitalizzate per oltre 6 milioni di euro con volumi d’affari che supera i 15 milioni. È il sequestro di beni eseguito dalla Dia di Milano, la Direzione Investigativa Antimafia, a carico di Antonio Pronestì detto Antonello, imprenditore di 59 anni residente a Vercurago, in esecuzione di un’ordinanza emessa dal Tribunale di Reggio Calabria. Il provvedimento scaturisce da un "curriculum criminale ultratrentennale, iniziato nel 1988, durante il quale, oltre a riportare diverse condanne per reati associazione per delinquere, ricettazione, rapine e furti anche di auto di lusso, è risultato gravemente indiziato di appartenere a una cosca mafiosa di matrice ‘ndranghetista". Tuttavia nel 2020 era stato prosciolto in primo grado dall’accusa di associazione a delinquere di stampo mafioso. Per motivi di particolare gravità, il Tribunale di Reggio Calabria ha inoltre disposto l’applicazione provvisoria dei divieti previsti dal codice antimafia, che inibisce l’ottenimento di licenze o autorizzazioni di polizia e di commercio. La ricostruzione della situazione economico-finanziaria dell’intero nucleo familiare svolta dalla Dia di Milano, ha evidenziato che i beni sequestrati sarebbero stati "acquistati, costituiti, capitalizzati e alimentati in costanza di sperequazione rispetto ai redditi dichiarati. Sono inoltre emersi indizi sufficienti per ritenere quei beni il frutto o il reimpiego delle attività illecite". Ulteriori indizi sarebbero emersi dall’analisi su numerose segnalazioni di operazioni finanziarie sospette, che hanno messo in luce i collegamenti fra tre società di giochi e scommesse riconducibili all’indagato e alla criminalità organizzata. Pa.Pi. ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?