Quotidiano Nazionale logo
13 mar 2022

Posti auto a pagamento per parcheggiare ai Resinelli

I sindaci: non vogliamo far cassa. Le entrate finanzieranno. gli interventi di manutenzione

Strisce blu e parcometro per la sentinella della Grigna, come già succede per il lago. Anche l’ultima montagna lecchese ancora a sosta libera sta per essere "violata", come ormai si paga per i lidi del lago di Como. Da quest’estate infatti dovranno mettere mani al portafogli quanti vogliono la comodità di parcheggiare ai Resinelli, da cui solitamente si parte per salire in Grignetta oltre che per molte altre escursioni. I soldi degli incassi serviranno per pagare la sistemazione della strada di collegamento con Ballabio, un intervento che stanno progettando gli universitari del Politecnico per il quale si stima una spesa di 700mila euro. A valutare quella che ormai sembra però una decisione in linea di massima già presa sono i sindaci di Abbadia Lariana Roberto Azzoni, Riccardo Fasoli di Mandello del Lario, Giovanni Bruno Bussola di Ballabio e Mauro Gattinoni di Lecco con i vertici della Comunità montana, che hannop stipulato una convenzione per il rilancio turistico dei Piani dei Resinelli. Si ipotizzano 350 posti nel piazzale principale più altri all’imbocco di altri percorsi. Le tariffe potrebbe aggirarsi tra i 4 o 5 euro per un’intera giornata, in linea con quelle di altri comprensori della zona. La soluzione consentirebbe di limitare l’assalto disordinato e incontrollato degli automobilisti che si ripete ogni week end di bel tempo. "Potrebbe essere un modo per disincentivare l’utilizzo delle auto private", spiega il primo cittadino di Abbadia, che aggiunge che si sta ipotizzando di migliorare nel contempo i collegamenti con i mezzi di trasporto pubblico locale con corse dirette da e per la stazione di Lecco, da estendere magari anche durante i giorni feriali per agevolare pure gli escursionisti feriali. "L’obiettivo non è fare cassa, ma quello di finanziare le manutenzioni, per le quali non ci sono mai molti finanziamenti pubblici, solitamente riservati alla realizzazione di nuovi interventi invece che alla sistemazione delle strutture già esistenti", prosegue Robero Azzoni (nella foto). Al momento appunto non è stato deliberato ancora nulla di ufficiale. Salvo altre valutazioni tuttavia i parcheggi a pagamento ai Resinelli potrebbero diventare realtà entro l’inizio della stagione turistica estiva.

D.D.S.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?