Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
2 gen 2022

Osnago, rapina in treno a colpi di estintore

Un viaggiatore di 57 anni è stato aggredito da due passeggeri in stato di ebbrezza

2 gen 2022
(DIRE) Milano, 17 ott. - "In questo 2019 abbiamo ottenuto in larga parte i miglioramenti che ci aspettavamo: rispetto a un anno fa, il servizio e' piu' affidabile e regolare. Le soppressioni si sono ridotte di due terzi, da 120 a 40 al giorno, di cui solo l'1,4% direttamente riconducibile a Trenord. La puntualita' e' migliorata dal 75% dell'autunno scorso all'82%. Lo avevamo detto: servono anni per dare stabilita' al sistema. Abbiamo fatto un primo passo". L'amministratore delegato di Trenord, Marco Piuri, ha portato questi numeri oggi alla commissione 'Territorio e Infrastrutture' del Consiglio regionale lombardo. "Grazie a interventi puntuali e strutturali sulla programmazione del servizio", ad esempio, stando ai dati di Trenord, sulla linea Saronno-Seregno-Albairate "la puntualita' e' cresciuta di 13 punti percentuali, raggiungendo l'87%". E Piuri ha citato anche i miglioramenti registrati sulle linee dell'est della Lombardia (la Milano-Bergamo via Treviglio e la Brescia-Cremona hanno guadagnato 11 punti, raggiungendo rispettivamente l'83% e l'87%) e sui collegamenti transfrontalieri: "la Varese-Mendrisio-Como registra il 94%, con piu' 10 punti".     Particolarmente brillante poi, secondo Trenord, la performance del collegamento aeroportuale, con il Malpensa Express che mantiene una puntualita' superiore al 90%, trasportando il 40% di passeggeri in piu' rispetto allo scorso anno, oltre 1,2 milioni in due mesi e mezzo.  A fronte di miglioramenti permangono comunque delle situazioni critiche. Particolarmente sentiti quelle legati alle temperature estive, che nei mesi interessati hanno portato 2.000 delle 6.000 soppressioni annuali di Trenord. "A giugno e luglio le temperature estreme hanno dimostrato l'inefficacia degli impianti di climatizzazione dei treni piu' vecchi", racconta Piuri, non per questione di guasti ma per 'blocco imposto' strutturale dell'impianto a 35 gradi interni, proprio dei treni piu' vecchi (la dotazione dei nuovi convogli prevede lo stesso blocco a 40 gradi), oltre ai "numerosi eventi meteorologici che hanno avuto conseguenze pesanti sulle infrastrutture". Ad esempio, "materiali vetusti e vincoli infrastrutturali come binari unici, passaggi a livello, lavori sulle reti stanno incidendo sulle performance delle linee Milano-Sondrio-Tirano e Lecco-Milano, per cui abbiamo attivato un tavolo di lavoro con Rfi", e della Milano-Como-Chiasso, "che pur avendo registrato un incremento di 11 punti e raggiungendo il 70% di puntualita'" secondo Trenord "necessita di ulteriori interventi".     Dopodiche', Piuri conferma come gennaio 2020 sulle linee lombarde inizieranno a circolare i primi dei 180 nuovi treni che cambieranno il volto del sistema ferroviario regionale. "Il primo treno nuovo destinato alla Lombardia ha lasciato l'officina e sta raggiungendo la nostra regione e dopo le prove tecniche, i nuovi convogli entreranno progressivamente in servizio". A tal proposito interviene anche l'assessore lombardo alla Mobilita' Claudia Terzi, che durante la commissione fa sapere di essersi gia' mossa per provare ad anticipare la formazione per i macchinisti senza aspettare prima l'arrivo dei nuovi convogli.   (Nim/ Dire) 12:14 17-10-1
Un treno regionale
(DIRE) Milano, 17 ott. - "In questo 2019 abbiamo ottenuto in larga parte i miglioramenti che ci aspettavamo: rispetto a un anno fa, il servizio e' piu' affidabile e regolare. Le soppressioni si sono ridotte di due terzi, da 120 a 40 al giorno, di cui solo l'1,4% direttamente riconducibile a Trenord. La puntualita' e' migliorata dal 75% dell'autunno scorso all'82%. Lo avevamo detto: servono anni per dare stabilita' al sistema. Abbiamo fatto un primo passo". L'amministratore delegato di Trenord, Marco Piuri, ha portato questi numeri oggi alla commissione 'Territorio e Infrastrutture' del Consiglio regionale lombardo. "Grazie a interventi puntuali e strutturali sulla programmazione del servizio", ad esempio, stando ai dati di Trenord, sulla linea Saronno-Seregno-Albairate "la puntualita' e' cresciuta di 13 punti percentuali, raggiungendo l'87%". E Piuri ha citato anche i miglioramenti registrati sulle linee dell'est della Lombardia (la Milano-Bergamo via Treviglio e la Brescia-Cremona hanno guadagnato 11 punti, raggiungendo rispettivamente l'83% e l'87%) e sui collegamenti transfrontalieri: "la Varese-Mendrisio-Como registra il 94%, con piu' 10 punti".     Particolarmente brillante poi, secondo Trenord, la performance del collegamento aeroportuale, con il Malpensa Express che mantiene una puntualita' superiore al 90%, trasportando il 40% di passeggeri in piu' rispetto allo scorso anno, oltre 1,2 milioni in due mesi e mezzo.  A fronte di miglioramenti permangono comunque delle situazioni critiche. Particolarmente sentiti quelle legati alle temperature estive, che nei mesi interessati hanno portato 2.000 delle 6.000 soppressioni annuali di Trenord. "A giugno e luglio le temperature estreme hanno dimostrato l'inefficacia degli impianti di climatizzazione dei treni piu' vecchi", racconta Piuri, non per questione di guasti ma per 'blocco imposto' strutturale dell'impianto a 35 gradi interni, proprio dei treni piu' vecchi (la dotazione dei nuovi convogli prevede lo stesso blocco a 40 gradi), oltre ai "numerosi eventi meteorologici che hanno avuto conseguenze pesanti sulle infrastrutture". Ad esempio, "materiali vetusti e vincoli infrastrutturali come binari unici, passaggi a livello, lavori sulle reti stanno incidendo sulle performance delle linee Milano-Sondrio-Tirano e Lecco-Milano, per cui abbiamo attivato un tavolo di lavoro con Rfi", e della Milano-Como-Chiasso, "che pur avendo registrato un incremento di 11 punti e raggiungendo il 70% di puntualita'" secondo Trenord "necessita di ulteriori interventi".     Dopodiche', Piuri conferma come gennaio 2020 sulle linee lombarde inizieranno a circolare i primi dei 180 nuovi treni che cambieranno il volto del sistema ferroviario regionale. "Il primo treno nuovo destinato alla Lombardia ha lasciato l'officina e sta raggiungendo la nostra regione e dopo le prove tecniche, i nuovi convogli entreranno progressivamente in servizio". A tal proposito interviene anche l'assessore lombardo alla Mobilita' Claudia Terzi, che durante la commissione fa sapere di essersi gia' mossa per provare ad anticipare la formazione per i macchinisti senza aspettare prima l'arrivo dei nuovi convogli.   (Nim/ Dire) 12:14 17-10-1
Un treno regionale

Osnago (Lecco) - La violenza corre sul treno della Milano–Lecco. Senza nemmeno pagare il biglietto. Sabato su una delle ultime corse della sera sulla S8 Milano–Lecco via Carnate un passeggero è stato aggredito e rapinato da due ubriachi. Ad essere assalito è stato un 57enne di Valmadrera, picchiato a sangue da due italiani in carrozza senza biglietto, che gli hanno scippato lo zaino che portava in spalla e rubato il monopattino elettrico.

" Mi hanno picchiato all’improvviso, senza motivo", ha raccontato shoccato lui, prima di essere soccorso dai sanitari del 118 ed essere accompagnato in ospedale. Il raid è scattato poco dopo le 22 tra la stazione di Monza e quella di Osnago, a bordo del locale delle 22.52 da Porta Garibaldi e diretto a Lecco, su cui viaggiavano alcuni passeggeri reduci dalle sbornie di Capodanno che hanno dato parecchio filo da torcere al capotreno in servizio, da solo, senza la scorta di nemmeno un vigilantes privato. Proprio due di loro si sono accaniti contro il valmadrerese che hanno pestato con calci e pugni e a colpi di estintore che avevano appena svuotato imbrattando di polvere estinguente gli scomparti. Nessuno è intervenuto, sia per il terrore del medesimo trattamento, sia perché, inizialmente, in diversi hanno creduto si trattasse di una rissa tra ubriachi in cui era meglio non intromettersi.

Solo quando il 57enne è riuscito a liberarsi e sgattaiolare giù dal treno alla prima fermata utile di Osnago e a lanciare l’allarme si è compreso quanto in realtà accaduto, ma ormai i colpevoli erano scappati. Sul posto sono intervenuti i carabinieri e i volontari della Croce bianca di Merate: dopo la prima denuncia e le prime cure, il viaggiatore picchiato e rapinato è stato accompagnato in ambulanza al San Leopoldo Mandic di Merate, dove i dottori di turno gli hanno diagnosticato e medicato ferite lacerocontuse e policontusioni. I due che lo hanno ridotto in quel modo potrebbero essere stati identificati e multati poco prima dal controllore perché in viaggio appunto senza biglietto. La Milano–Lecco, oltre ad essere tra le linee più trafficate e frequentate della Lombardia, era considerata anche tra le più pericolose. Grazie ad un progetto regionale sperimentale che prevede l’impiego di agenti della Polizia Locale per presidiare le stazioni gli episodi di violenza sono però drasticamente diminuiti.
 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?