Alex Crippa il 21enne  di Lecco morto domenica Espiantati  e donati cuore polmoni fegato, reni pancreas  e le cornee
Alex Crippa il 21enne di Lecco morto domenica Espiantati e donati cuore polmoni fegato, reni pancreas e le cornee

Lecco, 26 giugno 2018 - Il suo cuore continuerà a battere, i suoi polmoni a respirare e i suoi occhi a vedere. Grazie al gesto di grande generosità e civiltà dei genitori, nonostante il dolore per la perdita del figlio, i chirurghi che si sono alternati in camera operatoria l’altra notte hanno potuto prelevare il cuore, i polmoni, il fegato, i reni, il pancreas e le cornee di Alex Crippa, il 21enne di Lecco morto domenica in seguito ad un incidente avvenuto tra venerdì e sabato sulla vecchia Lecco – Ballabio. L’intervento di prelievo multiorgano è stato eseguito al termine delle procedure di accertamento della morte cerebrale del ragazzo che, al momento dello schianto, viaggiava su una VW Polo con un amico di un anno più giovane. Quest’ultimo resta ricoverato in prognosi riservata, ma se la caverà. Gli agenti della Polizia stradale devono ancora stabilire chi dei due guidasse.

«Stiamo ultimando gli accertamenti per chiarire la dinamica e valutare eventuali responsabilità», spiega il comandante della Polstrada Mauro Livolsi. Dall’inizio dell’anno sono già dodici le vittime dell’asfalto in provincia: Sebastiano Rignanese di 76 anni investito il 6 gennaio a 76 anni a Lecco, Lalnoaga Roland Sergi Compaor di 44 anni morto su uno scooter a Santa Maria Hoè, Giuseppe Vitale di 59 anni di Caprino Bergamasco morto il 28 marzo in un tunnel della nuova Lecco – Ballabio, Dario Maggioni di 56 anni di Bulciago morto in un incidente in moto a Brivio il 3 aprile, lo stesso giorno in cui è stato investito a Pescate Angelo Trevisan, 83 anni, ex consigliere di Perledo morto in ospedale a maggio. E poi: Osvaldo Grisconi, 72enne di Monza, morto in moto il 20 aprile a La Valletta Brianza, il 18enne di Verderio Lorenzo Pizzucco schiantatosi contro un guardrail a Robbiate e Giada Mornelli, 22enne di Pozzuolo Martesana che ha perso la vita pure lei sulla vecchia Lecco – Ballabio il 12 maggio. E ancora: Pietro Augruso, 26enne di Calolziocorte che si è schiantato con la sua Ducati Monster a Torre de’ Busi, Germano Figini, 66 anni di Varedo, che con la moto a Bellano è finito contro un autobus che in seguito allo scontro si è incendiato e l’altro ieri il 21enne Alex Crippa. A loro si aggiunge anche Tiziano Vitali, 51enne di Dervio, morto il 15 marzo sull’A21.«Non sono numeri né nomi, sono esistenze spezzate», commenta Angelo Fontana, 68 anni di Monte Marenzo, anima dell’iniziativa «Per le vie delle croci» sulla sicurezza stradale.