Merate (Lecco) - Una mamma e i suoi due figli sono stati travolti da un'auto di colore scuro il cui conducente si è poi allontanato senza fermarsi e prestare soccorso. Questa, almeno, la ricostruzione dell'unico testimone diretto dell'accaduto, un altro automobilista che sarebbe stato colpito dalla vettura poi "sparita". L'incidente si è verificato oggi pomeriggio a Merate, nella Bassa Lecchese, verso le 16.30. Secondo una prima ricostruzione dell'accaduto, effettuata dalle forze dell'ordine intervenute sulla base del racconto dell'altro automobilista coinvolto, la donna, 37 anni, e i due figli, 12 e 7 anni, stavano camminando a bordo strada in via degli Alpini, proprio di fronte alla caserma dei vigili del fuoco di Merate.

A un certo punto, per cause ancora in corso di accertamento, una vettura è piombata loro addosso, colpendoli. Tutti e tre hanno riportato ferite nell'urto. Il più grave, per quanto si è potuto sapere, è proprio il bimbo di 7 anni. Tutti sono stati portati in ospedale - il ragazzino a quello di Bergamo, dove è costantemente monitorato dai medici - dopo aver ricevuto le prime cure sul posto dai soccorritori del 118, arrivati con ambulanza ed elicottero. L'auto nera segnalata dal testimone ha urtato anche una Punto guidata da un pakistano di 30 anni. E' stato proprio lui a fornire agli investigatori il racconto del pirata della strada. Ancora è da stabilire se siano stati colpiti prima mamma e figli o l'altra quattro ruote. A effettuare i rilievi sono arrivati i carabinieri, supportati dagli agenti della polizia locale di Merate.

La strada è stata transennata e i veicoli che stavano arrivando in zona deviati su altre direttrici. Secondo i testimoni che hanno assistito allo schianto, la vettura "pirata" si sarebbe allontanata sulla strada che porta alla piscina comunale, vicino alla caserma dei carabinieri. Sono in corso ricerche per identificarlo e allestiti posti di blocco. Sono state acquisite anche le immagini delle telecamere in zona. Mamma e figli abitano a Cernusco Lombardone, un paese della zona.

In serata sono arrivati aggiornamenti sulle persone ferite nell'incidente. Il bambino di 7 anni è ricoverato in gravi condizioni. Secondo la ricostruzine dell'accaduto il piccolo è stato sbalzato per diversi metri, ha picchiato la testa e ha perso conoscenza. I sanitari del 118 lo hanno intubato in strada prima di poterlo trasferire al Papa Giovanni XXIII con l'elisoccorso atterrato nel piazzale della caserma dei pompieri. La sorella 12enne è stata invece ricoverata in ospedale a  Merate per una botta alla schiena e la mamma di 38 anni a Lecco per diverse contusioni. Un 30enne pakistano di Carnate, unico testimone diretto dell'incidente in cui è rimasto coinvolto anche lui stesso, ha raccontato che i tre sono stati travolti da un pirata della strada. "E' venuto addosso anche a me ed è scappato – ha raccontato mostrando la sua Fiat Punto danneggiata -. Io ho accostato e ho visto i due ragazzini e la mamma a terra". E' stato lui ad allertare i soccorritori. La sua versione sembra tuttavia non convincere gli agenti della Polizia locale e non coincide nemmeno con i primi rilievi del sinistro. Per questo gli accertamenti sono in corso.