Mandello del Lario (Lecco), 8 marzo 2018 - «A questo punto togliamo i cestini dalle piazzole della Superstrada 36. Una soluzione drastica ma che può funzionare. Chi ha il sacchettino se lo porterà a casa». Così il sindaco di Mandello, Riccardo Fasoli, lancia la proposta per cercare di risolvere la querelle sulla pulizia della piazzole della Ss 36 che da anni sono divenute periodicamente delle discariche con mucchi di pattume accumulati attorno ai cestini. In questi giorni, dopo l’ennesima pulizia straordinaria di alcune settimane fa, le piazzole sono tornate a offrire un’immagine di degrado e abbandono. Addirittura tra i rifiuti vi sono alcuni sacchi con l’adesivo che non sono stati ritirati perché non confacenti alla raccolta.

Evidentemente il proprietario se lo è ripreso da fuori casa e ha pensato di abbandonarlo in Super. Fasoli, che già aveva scritto una lettera alla Prefettura in cui respingeva al mittente la proposta di far pagare ai comuni le operazioni di smaltimento, ora lancia questa idea che suona di provocazione ma che secondo il sindaco è funzionale. «Mettiamoci in testa che i folli che smaltiscono illegalmente rifiuti o che portano mobili e elettrodomestici in Superstrada continueranno a farlo. Discorso diverso per chi si ferma per una sosta o per chi parte da casa con il sacchetto della pattumiera per lasciarlo in una piazzola. Questi non trovando più i cestini o gli accumuli di pattumiera smetteranno di lasciarli li, stesso discorso per quello che si ferma per riposare un attimo e butta le cose che ha in auto. Il problema non si è in grado di gestirlo visto che Anas non è pronta ad accollarsi i costi di raccolta, questa è l’unica soluzione che potrebbe funzionare».

Secondo Fasoli l’eliminazione dei cestini potrebbe produrre risultati e cita alcuni esempi: «Ho visto anche a Mandello che abbiamo rimosso alcuni cestini perché avevano bisogno di essere riparati e il risultato è che in quei punti nessuno ha più lasciato rifiuti mentre prima ne abbandonavano parecchi. Questo logicamente non significa che dobbiamo eliminare tutti i cestini ma nelle piazzole della Superstrada questa cosa avrebbe senso e potrebbe funzionare. Di certo è una soluzione migliore di quelle che fino ad ora sono state proposte». Di fatto sulla 36 l’abbandono dei rifiuti è un problema annoso e anche aver piazzato delle telecamere di controllo non ha prodotto risultati perché le immagini non vengono visualizzate per carenza di personale. Anche l’ultima proposta della Prefettura di chiedere un contributo ai comuni per provvedere alla pulizia è stata rigettata dagli amministratori del territorio.