Quotidiano Nazionale logo
5 mag 2022

Leumas Roa, dall’ufficio vendite a grande artista

Il messicano 49enne ha vinto il premio all’internazionale "Embientarti III"

Al centro il messicano. Samuel Roa Mejia, in arte Leumas Roa
Al centro il messicano. Samuel Roa Mejia, in arte Leumas Roa
Al centro il messicano. Samuel Roa Mejia, in arte Leumas Roa

Dall’ufficio vendite di una importante gruppo italiano di laminati, ad una galleria d’arte in centro a Milano come vincitore di una mostra collettiva, dove sono esposte le opere di 57 artisti provenienti da 12 Paesi diversi. A ricevere il premio all’internazionale d’arte "Embientarti III" in corso fino a domani alla MA-EC di Palazzo Durini, vicino al duomo, è stato Samuel Roa Mejia, in arte Leumas Roa, 49enne messicano, che dal 2001 si è trasferito in Italia dove vive a Osnago, dopo essere stato volontario in Zambia e Tanzania ed essersi laureato in Filosofia a Teologia a Londra. "Disegno e dipingo fin da piccolo e come autodidatta ho frequentato diversi corsi – racconta -. In Africa ho poi sperimentato le mia abilità decorando alcune chiese".

È stato però durante il lockdown che ha cominciato a dedicare tempo e costanza alla sua passione, pubblicando le foto delle sue realizzazioni sui social. "Alcuni galleristi le hanno viste e apprezzate e mi hanno contattato per esporle - spiega Leumas Roa -. Ho deciso di buttarmi". L’opera con cui ha vinto si intitola "Ego ecologico", una scultura su tela in acrilico. "Siamo convinti gli umani siano i padroni del mondo naturale – spiega l’artista -. Abbiamo sviluppato una sorta di "ego ecologico", supponendo che l’umanità sia la cima dell’evoluzione, padrona dell’ecosistema che deve ruotare intorno a noi. Le conseguenze sono note a tutti".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?