Missaglia (Lecco), 24 aprile 2019 – Doveva essere una serata di festa tra tutti i compagni di scuola per la maggiore età di un loro amico, ma per quattro giovanissimi, due di 17 e due di 18 anni, la festa si è interrotta bruscamente contro un muro della provinciale e due adesso sono ricoverati in condizioni molto gravi in ospedale. L' incidente si è verificato nella tarda serata di martedì poco dopo le 23 a Missaglia, all'altezza della rotatoria tra la Sp 54 e via Amerigo Vespucci.

L'INCIDENTE - I quattro, che stavano partecipando ad una festa alla Baita delle Penne nere in centro paese, hanno chiesto in prestito la Vw Polo di un coetaneo per un giro nei paraggi, ma il guidatore, un neopatentato, probabilmente a causa dell'inesperienza, della pioggia battente e probabilmente della velocità, nell'affrontare la rotatoria della provinciale in discesa ha perso il controllo del mezzo e ha terminato la corsa contro un muro in cemento. L'impatto è stato violentissimo e i due passeggeri che sedevano dietro e non indossavano la cintura di sicurezza sono stati scagliati come proiettili contro i sedili anteriori.

I SOCCORSI – Sul posto sono intervenuti in forze i sanitari del 118 di Lecco e di Monza con i volontari della Croce bianca e della Croce rossa. Sono accorsi anche i vigili del fuoco volontari del distaccamento di Merate e del comando provinciale di Lecco. Le condizioni di due ragazzi, sebbene coscienti, sono parse immediatamente gravi, per questo sono stati mobilitati anche i sanitari dell'eliambulanza di Como intervenuti in notturna al buio, atterrati nel vicino campo da calcio del centro sportivo comunale, appositamente attrezzato per essere trasformato all'occorrenza in piazzola d'emergenza per l'elisoccorso, da dove sono anche ridecollati. Le operazioni di salvataggio si sono concluse solo poco prima dell'una di notte.

IL RICOVERO – Dopo le cure sul posto e dopo essere stati stabilizzati, i quattro giovani sono stati trasferiti tutti d'urgenza in ospedale. Il più grave è stato ricoverato al San Raffaele di Milano dove è stato trasportato con l'eliambulanza. Un altro è stato portato in ambulanza all'Alessandro Manzoni di Lecco. Entrambi versano in prognosi riservata. Gli altri due invece sono stati dirottati uno al San Leopoldo Mandic di Merate, l'altro al Fatebenefratelli di Erba: nessuno di loro risulta in pericolo di vita. Per consentire le operazioni di salvataggio i carabinieri del Radiomobile della compagnia di Merate hanno chiuso temporaneamente al passaggio parte della strada e dell'incrocio.