Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Taceno, quattro gattini chiusi in un sacchetto e gettati in un dirupo: due sono morti

I vigili del fuoco hanno recuperato i due mici superstiti che sono stati affidati all'Enpa di Lecco

di DANIELE DE SALVO
Ultimo aggiornamento il 7 settembre 2018 alle 16:11

Taceno (Lecco), 7 settembre 2018 – Quattro gattini sono stati gettati in un dirupo a Taceno. I vigili del fuoco sono riusciti a recuperarne due ancora vivi, mentre per gli altri non c'è stato nulla da fare. A raccontare e denunciare l'episodio di crudeltà verso gli animali sono i volontari dell'Enpa di Lecco. I cuccioli sono stati buttati chiusi in un sacchetto di plastica in un burrone vicino alla diga di Tartavalle, come se si trattasse di spazzatura, non di essere viventi. Un passante fortunatamente ha notato la busta e ha lanciato l'allarme. I pompieri per salvarli hanno dovuto calarsi con corde e imbracature.

“Due gattini purtroppo erano già morti, probabilmente per il colpo della caduta, mentre gli altri due gattini erano pieni di larve di mosche – riferiscono dall'Enpa -. Sono stati immediatamente trasferito presso la nostra sede di Merate per ripulirli dalle larve e rifocillati. Non avevano molta fame e il pancino era pieno, ciò lascia intendere che prima dell'ignobile gesto i piccoli avevano poppato dalla mamma”. Ora i due micini superstiti sono a casa di una balia che si prenderà cura di loro. “Ringraziamo intanto i vigili del fuoco per il loro intervento – proseguono gli animalisti, che hanno diffuso in rete il video dell'intervento -. Inutile dire che chiunque abbia informazioni utili può contattarci”.  

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.