Taceno (Lecco), 7 settembre 2018 – Quattro gattini sono stati gettati in un dirupo a Taceno. I vigili del fuoco sono riusciti a recuperarne due ancora vivi, mentre per gli altri non c'è stato nulla da fare. A raccontare e denunciare l'episodio di crudeltà verso gli animali sono i volontari dell'Enpa di Lecco. I cuccioli sono stati buttati chiusi in un sacchetto di plastica in un burrone vicino alla diga di Tartavalle, come se si trattasse di spazzatura, non di essere viventi. Un passante fortunatamente ha notato la busta e ha lanciato l'allarme. I pompieri per salvarli hanno dovuto calarsi con corde e imbracature.

“Due gattini purtroppo erano già morti, probabilmente per il colpo della caduta, mentre gli altri due gattini erano pieni di larve di mosche – riferiscono dall'Enpa -. Sono stati immediatamente trasferito presso la nostra sede di Merate per ripulirli dalle larve e rifocillati. Non avevano molta fame e il pancino era pieno, ciò lascia intendere che prima dell'ignobile gesto i piccoli avevano poppato dalla mamma”. Ora i due micini superstiti sono a casa di una balia che si prenderà cura di loro. “Ringraziamo intanto i vigili del fuoco per il loro intervento – proseguono gli animalisti, che hanno diffuso in rete il video dell'intervento -. Inutile dire che chiunque abbia informazioni utili può contattarci”.