Quotidiano Nazionale logo
4 feb 2022

Cervo incastrato, addormentato e poi liberato

Il grosso esemplare è rimasto intrappolato con le imponenti corna in una recinzione

Tanto va il cervo all’orto, che ci lascia le corna. L’altro giorno uno splendido esemplare di cervo maschio con un imponente palco si è lasciato ingolosire da qualche avanzo di ortaggio abbandonato in un campo a Narro, tra Casargo e l’Alpe Giumello in Valsassina, restando però intrappolato con le corna in una recinzione in nylon, di cui non è riuscito a divincolarsi da solo. Sul posto sono intervenuti gli agenti della Polizia provinciale del comandante Gerolamo Quadrio per cercare di liberarlo, senza però riuscire nemmeno ad avvicinarsi perché l’animale spaventato era molto agitato e aggressivo: avrebbe ferito chiunque a portata di tiro e si sarebbe fatto anche lui del male da solo. Per questo sono intervenuti di rinforzo due veterinari di Ats della Brianza.

Sotto la loro supervisione i poliziotti della Provinciale hanno sedato a distanza il cervo colpendolo con un paio di dardi al tranquillante che lo hanno messo ko. Una volte che si è addormentato sono così riusciti a liberarlo in completa sicurezza per tutti, rimuovendo la rete che gli avvolgeva l’impalcato. Il cervo è stato quindi monitorato e tenuto sotto stretto controllo fino a quando non si è completamente risvegliato e ripreso completamente senza conseguenze né postumi dell’anestetico per essere infine lasciato andare di nuovo libero per la sua strada nei boschi. D.D.S.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?