Quotidiano Nazionale logo
13 mag 2022

Campionato finito in anticipo per due ultrà della Pro Patria

A metterli fuori rosa per i prossimi cinque ann il prefetto D’Agostino

Campionato finito in anticipo per due ultrà. A metterli fuori rosa per i prossimi cinque anni è stato il prefetto di Lecco Alfredo D’Agostino che ha firmati due daspo contro altrettanti tifosi della Pro Patria di Busto Arsizio. Durante la partita con la Calcio Lecco disputata l’1 maggio, uno ha scavalcato la rete che separa le tribune dal campo e ha invaso il rettangolo di gioco del Ceppi Rigamonti, l’altro ha accesso un fumogeno e lo ha tirato in mezzo agli spalti. I due sono stati identificati dagli agenti della questura di Lecco grazie alle immagini riprese dalle telecamere del sistema di videosorveglianza e al riconoscimento effettuato dai colleghi di Varese. La sfida tra i giocatori blucelesti e quelli della Pro Patria era considerata ad alto rischio per possibili scontri a causa della storica rivalità tra le due tifoserie, ma a parte l’invasione di campo e il lancio di fumogeni non si sono verificati altri disordini grazie al dispositivo di sicurezza. "Fondamentale è risultata la scelta di trasportare su un mezzo delle linee urbane appositamente messo a disposizione da Linee Lecco gli ultras della Pro Patria, il cui trasferimento a piedi dalla stazione ferroviaria allo stadio e viceversa, avrebbe comportato un innalzamento del rischio", sottolineano dalla questura. D.D.S.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?