Una località a rischio invasione, nelle giornate festive, è il territorio di Erve, per la popolarità che hanno avuto, negli ultimi tempi, le pozze del torrente Gallavesa, situato tra i panoramici sentieri delle montagne, che abbracciano il piccolo centro dell’alta Valle San Martino.

Anche nell’ultima domenica sono stati tantissimi i turisti che, per salire a Erve, hanno utilizzato il servizio di bus navetta, attivato dall’amministrazione comunale del sindaco Giancarlo Valsecchi, dai volontari delle Pro loco di Erve e dalla Protezione civile locale, in accordo con il Comune di Calolziocorte, città da dove parte il servizio navetta. Rispetto al traffico delle domeniche precedenti, quando il centro di Calolziocorte è rimasto bloccato tutta la mattina, domenica, col primo cittadino Marco Ghezzi a vestire i panni del vigile, la situazione sembra essere migliorata. "Abbiamo raddoppiato i bus navetta, dando più continuità rispetto alle corse inizialmente programmate. I disagi sono stati minori rispetto alle altre domeniche. Ora pensiamo di mettere i bus navetta anche al sabato, in particolare tra la frazione collinare di Rossino ed Erve".