Sarà davanti al giudice delle udienze preliminari di Lecco, Salvatore Catalano, la ventenne della Valchiavenna che avrebbe ceduto le dosi letali ai due amici, Riccardo Micheli (a sinistra nella foto), 18 anni, di Piantedo e Daniel Ghedin (a destra), 19 anni, di Sorico, morti in un appartamento di Colico la sera del 26 aprile. La Procura di Lecco – dopo gli esiti degli accertamenti effettuati dai carabinieri di Lecco, dell’autopsia e degli esami tossicologici – ha chiuso le indagini e il pm Paolo Del Grosso ha chiesto il rinvio a giudizio.

La 20enne della Valchiavenna, assistita dall’avvocato Marcello Perillo, era già stata sentita dai carabinieri dopo la morte dei ragazzi e a fine indagine. L’udienza preliminare è fissata per il 9 marzo. L’inchiesta è partita dalla festa che si è svolta nell’abitazione di Colico dei due giovani con altrettante ragazze – 20 e 17 anni – residenti in Valchiavenna. Le due ragazze hanno raccontato il festino del 26 aprile, quindi Riccardo e Daniel si sono addormentati e non si sono più svegliati. Gli inquirenti hanno approfondito le ultime ore di Daniel e Riccardo ed hanno indagato solo sulla 20enne della Valchiavenna, che dovrà rispondere davanti al Gup di aver ceduto droghe ai due amici.A.P.