Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
27 mag 2022

Aborti in aumento, mano tesa anche alle minorenni

Nei consultori la possibilità di interloquire con psicologi e specialisti per le donne che hanno subito violenza

27 mag 2022
Enrico Frisone, direttore socio sanitario dell’Asst di Lecco
Enrico Frisone, direttore socio sanitario dell’Asst di Lecco
Enrico Frisone, direttore socio sanitario dell’Asst di Lecco
Enrico Frisone, direttore socio sanitario dell’Asst di Lecco
Enrico Frisone, direttore socio sanitario dell’Asst di Lecco
Enrico Frisone, direttore socio sanitario dell’Asst di Lecco

Aborti in tendenziale aumento in provincia di Lecco. A distanza di 42 anni dall’approvazione della Legge 194, nel primo trimestre del 2022 negli ospedali dell’Asst lecchese sono state praticate 88 interruzioni volontarie di gravidanza: 70 all’Alessandro Manzoni di Lecco e 18 al San Leopoldo Mandic di Merate. Se il trend venisse confermato, l’anno di chiuderebbe con oltre 350 casi di aborto volontario, mentre in tutto il 2021 ne sono stati praticati praticati 279, 223 a Lecco e 56 a Merate. "Per noi è prioritario garantire il diritto di scelta della donna in questo difficile percorso – assicura Enrico Frisone, direttore sociosanitario dell’Asst di Lecco -. Offriamo un supporto non solo clinico, ma mettiamo a disposizione delle donne la possibilità di interloquire con i nostri psicologi e, in casi particolari, vengono coinvolti i professionisti di centri specialistici per quante hanno subito violenza". Il percorso per l’interruzione di gravidanza è previsto entro il novantesimo giorno dal concepimento. Nei presidi lecchesi si utilizza sia la metodica chirurgica, sia la metodica farmacologica prevista per normativa fino alla nona settimana di gestazione. Se la donna si trova in condizioni di urgenza, in cui esiste il rischio che la gravidanza sia diagnosticata più tardi o prosegua oltre il termine previsto dalla legge, il ginecologo può rilasciare un certificato in cui non venga prevista l’attesa di sette giorni. Nei Consultori familiari viene garantita piena assistenza anche alle minorenni che scelgono di interrompere la gravidanza, nel rispetto di quanto previsto dalla legge e con la necessaria attenzione alla tutela dei loro diritti. I consultori familiari si trovano a Lecco in via Grazianno Tubi e a Merate in ospedale. Nei consultori si svolgono anche consulenze per rimuovere eventuali cause che portino alla decisione di ricorrere alla interruzione volontaria di gravidanza. D.D.S.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?