Bresso, 27 settembre 2013 - Lo hanno trovato ormai cadavere in una valletta secondaria del Porta, il canalone intitolato al poeta milanese sulla destra del massiccio della Grignetta. Il corpo senza vita di Giuseppe Semprini - 74 anni, residente a Bresso - è stato avvistato dall’alto, dall’équipe dell’elisoccorso di Como allertata da alcuni escursionisti che nel primo pomeriggio avevano dato l’allarme al 118 convinti di aver visto un uomo precipitare dal sentiero Cermenati giù fino al canalone Porta.

Sul luogo dell’impatto, una zona impervia e difficilmente raggiungibile in poco tempo, si sono calati gli uomini del Soccorso alpino i quali hanno subito constatato che ormai per Giuseppe Semprini non c’era più nulla da fare: quel volo di un centinaio di metri dal sentiero Cermenati, che dai Piani Resinelli si inerpica verso la vetta della Grignetta lasciandosi sulla destra la stretta gola del canalone Porta, non gli aveva lasciato scampo. Proprio lì l’escursionista milanese deve essere precipitato dopo essere scivolato nel discendere dal sentiero Cermenati, così almeno propendono gli uomini del Soccorso alpino accorsi sul posto. Giuseppe Semprini era da solo e non c’è una testimonianza diretta ma gli esperti sono convinti che sia caduto durante il rientro.

Un’ipotesi più che verosimile vista lo scenario in cui si è concumata la tragedia: l’accentuata pendenza del sentiero, la sua conformazione sassosa dove anche un banale inciampo o un malore può avere conseguenze drammatiche, specie quando i riflessi non sono più quelli di una volta come nel caso di un uomo che ha passato la settantina.

La montagna piange così un’altra vittima. Il corpo di Giuseppe Semprini si trova nella camera mortuaria dell’ospedale a disposizione dell’autorità giudiziaria che ha comunque aperto un fascicolo. «Abbiamo perso un alpino con la maiuscola», dice commosso Renzo Rocchetti, storico ex-capogruppo della sezione bressese delle penne nere alla notizia della scomparsa dell’amico. Semprini era tesoriere e coordinatore delle iniziative della sede locale di via Baracca.

[email protected]