Margno (Lecco), 2 agosto 2018 – Il difficile lavoro dei tecnici del Soccorso alpino al cinema. A grande richiesta in alcune località della Lombardia gli operatori del Corpo nazionale del soccorso alpino e speleologico propongono la proiezione del film " Senza possibilità di errore - Il Corpo nazionale del Soccorso alpino e speleologico” del regista Mario Barberi. Il cortometraggio verrà proiettato a Madesimo, provincia di Sondrio, sabato 4 agosto al cinema La Baita e a Margno giovedì 9 agosto all' oratorio. A Madesimo la proiezione sarà preceduta dal corto “Imagination”, di David Mossop, girato lungo le strade di Nelson, British Columbia, attraverso gli occhi di un bambino che, insieme allo sciatore professionista Tom Wallisch, riuscirà a trasformare un banale viaggio in macchina in un’avventura sugli sci. L'iniziativa di Margno è invece organizzata in collaborazione con i comuni di Crandola Valsassina, Margno e Taceno, nell’ambito del progetto “Eventi estate 2018 in Alta Val Sassina” e durante la serata i tecnici del Soccorso alpino saranno a disposizione er divulgare la cultura della sicurezza in montagna. L'appuntamento verrà inoltre dedicata ai soccorritori che hanno perso la vita durante un intervento.

SENZA POSSIBILITA' DI ERRORE - Senza possibilità di errore racconta di Marco Albino Ferrari che, sospeso nel limbo di una sala d’attesa del Pronto soccorso, si ritrova ad essere spettatore di un dramma. Da questo non luogo nel quale la vita è scandita dall’aprirsi e chiudersi della porta dei codici rossi, il protagonista guida gli spettatori alla scoperta dell’attività e dell’organizzazione del Cnsas, attraverso la viva voce dei protagonisti e fedeli ricostruzioni di interventi al limite del possibile: la centrale operativa dove vengono smistate le chiamate e organizzati i primi soccorsi, le unità cinofile, le unità speleologiche e speleosub, i soccorsi in parete e in ghiacciaio sono solo alcuni dei capitoli che compongono l’opera. Il cortometraggio mostra la complessità degli interventi e delle esercitazioni e l’attività del Corpo attraverso alcune delle operazioni più rappresentative, per raccontare attraverso le immagini l’impegno dei nostri soccorritori. Il film è stato prodotto in tempi record, mettendo insieme due anni di riprese realizzate in tutta Italia seguendo le esercitazioni delle sezioni del Cnsas ed è stato reso possibile grazie al supporto logistico e tecnico della Protezione civile del Trentino (Nucleo Elicotteri di Trento) e dell’Azienda sanitaria della Provincia autonoma di Trento.

TRENTO FILM FESTIVAL - Fondato nel 1952, Il Trento Film Festival è il primo e più antico festival internazionale di cinema dedicato ai temi della montagna, dell’avventura e dell’esplorazione. Per questi argomenti il Trento Film Festival è da oltre sessant’anni l’evento di riferimento, divenuto negli anni un vero laboratorio di visioni e riflessioni sulle terre alte del pianeta, abbracciando un orizzonte più ampio, tra questioni ambientali, culturali e di attualità, che hanno reso più stimolante e variegato l’ambito della manifestazione e la sua programmazione. Ogni anno il Trento Film Festival presenta i migliori documentari, film di fiction e cortometraggi che hanno per scenario montagne e regioni estreme del mondo e raccontano il rapporto affascinante e complesso tra uomo e natura, promuovendo la conoscenza e la difesa dei territori, approfondendo i legami con popoli e culture, celebrando le grandi e piccole imprese alpinistiche e degli sport di montagna.