A Lecco è ormai cominciata la bella stagione, con un ricco calendario di eventi e appuntamenti.

VENERDI' 1 GIUGNO - Nell’ambito del Festival Jazz, i musicisti del Civico istituto musicale “Giuseppe Zelioli” propongono gli Aperitivi in jazz all’ora del tramonto: musica, arte e natura si uniscono a creare una speciale alchimia con aperitivi in jazz ambientati sulla terrazza monumentale e nel parco all’ora del tramonto. Il primo “Aperitivo in Jazz” a Villa Gomes è per venerdì 1 giugno alle 18.45 e vede protagonista la Zelioli Jazz Band, un gruppo che nasce dal Laboratorio jazz tenuto alla Civica dal noto pianista jazz e compositore Marco Detto, riunendo in una formazione a geometria variabile il sax di Pietro Cortenova e Luca Morganti, il pianoforte di Gloria Chindamo, Alfredo Battista e Tobia Galimberti, la chitarra elettrica di Paolo Mesagna, il contrabbasso di Osavaldo Tapparo, il basso elettrico di Andrea Cortenova, la batteria di Andrea Casali e Lorenzo Gianesin. Oltre che della musica, i partecipanti possono godere di una ricca apericena a buffet preparata dagli allievi del Centro di formazione professionale Luigi Clerici di Merate della Fondazione Clerici. La quota di partecipazione è di 10 euro, la prenotazione è obbligatoria.


Alle 18 si inaugura alla Torre Viscontea di piazza XX Settembre, la mostra “Orlando Sora. Itinerari. Dal dipinto ad olio e a fresco”. L’esposizione, visitabile gratuitamente dal 2 al 24 giugno, si colloca tra le iniziative di approfondimento e valorizzazione della vasta produzione pittorica dell’artista che, nativo di Fano, visse e lavorò a Lecco per molti anni. La mostra presenta una selezione di importanti opere che ripercorrono, dagli anni Trenta agli anni Ottanta del Novecento, il personale linguaggio di Sora, in riferimento alle correnti artistiche del suo tempo. L’esposizione presenta inoltre l’innovativo sistema VR 360 per la visione virtuale degli affreschi che l’autore realizzò a Lecco. La mostra è aperta il martedì e il mercoledì dalle 9.30 alle 14 e da giovedì a domenica dalle 15 alle 18.

SABATO 2 GIUGNO - “Dal centro di Lecco al Resegone e ritorno”. Così recita lo slogan della ResegUp, la gara di skyrace tutta lecchese diventata un vero e proprio must della stagione sportiva. Gli atleti partono da piazza Giuseppe Garibaldi alle 15.30 per fare ritorno alle rive del Lago in piazza Mario Cermenati.

DOMENICA 3 GIUGNO – Si celebra la XV Giornata nazionale dello sport. L'appuntamento è nelle piazze Giuseppe Garibaldi, XX Settembre e Mario Cermenati dalle 10 alle 17.




Al Centro sportivo comunale del Bione si svolge il 14esimo Trofeo podistico interforze della Provincia di Lecco, con associati e famigliari delle diverse forze dell’ordine. Si tratta di una gara non competitiva di 6 km con partenza e arrivo all'interno del centro sportivo. Il percorso, dopo i primi 300 metri  in pista, si sviluppa lungo la pista ciclabile adiacente al centro sportivo.

FESTA DELLA REPUBBLICA – Venerdì in piazza Giuseppe Garibaldi alle 17 il sindaco Virginio Brivio consegna la Costituzione ai neodiciottenni insieme a un francobollo originale del 1948, a settant’anni dall’entrata in vigore della Costituzione. “Credo che a nessuno sfugga, quale che sia il suo orientamento politico e persino l’umore di questi giorni, il valore di riaffermare i principi fondanti della nostra Repubblica – spiega il sindaco, che è anche presidente di Anci Lombardia, l'Associazione nazionale dei comuni italiani - Davvero questa volta la retorica lascia il passo all’attualità. Mi rendo conto che si fatichi a svincolare dalle ''vicende roman'', ma dobbiamo fare lo sforzo di rinverdire l’impianto giuridico, sociale ed economico di quel documento che resta la rotta, specie nei suoi articoli di indirizzo generale, per i navigatori di oggi e di domani. A me offende, e lo dico senza timore, quell’esercizio spregiudicato che porta troppe persone, anche con cariche istituzionali presenti e future a piegare le regole a proprio uso e consumo. E magari a rivoltarle come un calzino nella spazio di un mattino. Come presidente dei sindaci lombardi e con quello spirito di tolleranza che penso mi caratterizzi ho guardato con dispiacere quel gesto, figlio certamente di una reazione emotiva, di togliere il ritratto del Presidente della Repubblica dagli uffici comunali. Non è un gioco il comportamento del presidente Sergio Mattarella, perché proprio nei momenti più complessi occorre avere i nervi saldi e non confondere le tattiche minute dei partiti con le strategie e gli orizzonti di una nazione democratica ed europea Il mondo è insieme più grande e più piccolo di quello che pensiamo e non c’è dubbio che le dinamiche internazionali intersechino quelle dei singoli Paesi. Non c’è solo il mercato globale dei prodotti, perché c’è da difendere con i denti e con la Costituzione quei territori di libertà individuale e collettiva che in molti Paesi sono ancora negati. Il paesaggio politico nazionale è comprensibilmente movimentato, anzi è più corretto dire agitato , ma al di là delle più o meno discutibili manifestazioni di piazza credo sia fondamentale stringerci intorno alle Istituzioni democratiche e repubblicane perché quel 1948 non resti una data segnata sui libri di storia da imparare a scuola, ma un passaggio epocale della vita del nostro Paese, degli uomini e delle donne che da lì presero il via per una prima emancipazione, degli anziani testimoni di quel tempo e dei giovani ai quali abbiamo il dovere di consegnare intatto il testimone. Senza pregiudizi né rigidità ideologiche, consapevoli che si può cambiare anche aspirazioni, ma con la convinzione che la libertà è il bene più prezioso e che il giorno ideale per consacrarlo a valore irrinunciabile è proprio il 2 giugno, al di là delle luci e delle ombre di questa complicata stagione.

Nell'ambito della Festa della Repubblica sabato 2 giugno a partire dalle 10 sul Lungo Lario Isonzo si svolge la cerimonia dell'alzabandiera. A seguire, alle 11.00 presso la Sala don Ticozzi di via Ongania 4 si terrà la cerimonia istituzionale durante la quale vengono consegnate le medaglie d’onore e i diplomi di onoreficenza dell’Ordine al merito della Repubblica Italiana”.

RIGENERAZIONE URBANA - Un’altra mostra è pronta a partire al primo piano di Palazzo Bovara. Si tratta dell’esposizione dei progetti dedicati al “Recupero dell’ex area Mario Frigerio: filo della memoria industriale tra storia e innovazione”, promosso dall'azienda stessa che ha sostenuto l’iniziativa con gli studenti del  Politecnico. L'inaugurazione è in programma mercoledì 6 giugno a alle 11.30, l’esposizione resterà visitabile fino al 21 giugno. In occasione dell'inaugurazione verranno svelati i nomi dei vincitori del concorso del Politecnico, ancora una volta fucina di talenti che mettono a disposizione della città il proprio talento.

FESTA LARIANA - Un grande evento con decine di iniziative e tante associazioni coinvolte, unite da Abil - Associazione barche in legno - e con il patrocinio del Comune di Lecco. Mostre, storia e tradizioni, musica e grandi concerti, arte, giochi, cortei, gite in barca e visite guidate, open day, regate con le Lucie e teatro, street food e bancarelle, artisti di strada e molto altro. Il tutto in una cornice unica, splendida, legata al romanzo italiano più famoso di sempre, che per la città di Lecco rappresenta un grande patrimonio: I Promessi sposi. In programma il prossimo fine settimana a Pescarenico la prima edizione de “La Festa Lariana – Quel ramo del lago di Lecco”. Durante la manifestazione, “Abil – Associazione barche in legno” inaugurerà, venerdì 8 giugno alle 18.30, la sua sede, ricavata nel vecchio lavatoio comunale, e sabato 10 giugno alle 16.00, donerà al rione di Pescarenico, una “Lucia”. Alle 17.30 di venerdì la presentazione in anteprima dei lavori del secondo lotto dei lavori di valorizzazione del Convento di Pescarenico. Molteplici gli eventi, capaci di coinvolgere persone di tutte le età: fra gli altri i concerti di grande risonanza degli “Acquaragia” prima e poi dei “Biglietto per l’inferno”, in programma venerdì alle 20.30 al parco “Addio Monti”, mentre sabato si esibiranno “I Luf”. Sarà sicuramente di impatto ed emozionante il corteo storico che partirà sabato alle 14 da piazza XX Settembre e vedrà attraversare la città da un’ottantina di figuranti in abiti storici, grazie alle associazioni che animano molte feste tradizionali lariane; in sfilata anche carrozze, cavalli e barche, mentre a Pescarenico sarà allestito il “Villaggio dei bambini”. I palati più fini potranno deliziarsi con gli appositi menù preparati dai ristoranti “Da Ceko”, “Soqquadro” e “Il Barcaiolo”, ma chi vorrà potrà portarsi il pranzo al sacco e sedersi ai tavoli che saranno allestiti in piazza Era o nella nuova area pic-nic, realizzata dal ristorante “Il Barcaiolo”, che sarà inaugurata sabato 9 alle 18.00. Girando per piazze e vie, si scopriranno le opere artistiche di sei artisti del territorio con il percorso “6 a Pescarenico”. E ancora, sarà possibile prenotare giri in barca e visite con le guide manzoniane.