La Festa di Lecco
La Festa di Lecco

Lecco, 4 ottobre 2019 – Ecco gli appuntamenti del week end e della settimana a Lecco.

FESTA DI LECCO - Dmenica i celebra la Festa di Lecco per la Madonna del Rosario. In programma appuntamenti sacri, culturali e di intrattenimento: alle 10 si celebra la messa solenne nella basilica di San Nicolò mentre alle 17 la tradizionale processione per le vie centrali della città. Dalle 14.45 la salita sul campanile con le visite guidate per apprezzare la sua storia e il panorama sulla città.
Appuntamento con la tradizionale camminata manzoniana con partenza dalle 8.30 alle 9 dal centro commerciale La Meridiana, il mercatino della creatività sul Lungo Lario Cesare Battisti e gli stand dell’8^ edizione della Festa del cioccolato in piazza Mario Cermenati. Intrattenimento in piazza Giuseppe Garibaldi dalle 14 con il 5° fashion, art, dance and music anniversary.
In occasione della Festa di Lecco perla Madonna del Rosario, dal 4 al 6 ottobre, inoltre, sono ospiti in città i componenti delle delegazioni delle città gemellate con Lecco di Mâcon, Overijse, Igualada, Mytishi.

LA CITTA' DEI PROMESSI SPOSI - Da sabato 12 ottobre a sabato 9 novembre si tiene a Lecco l’edizione 2019 della rassegna culturale “Lecco città dei Promessi Sposi”, quest’anno intitolata “Raccontami una Storia” . La rassegnacostituisce la più importante manifestazione italiana dedicata ad Alessandro Manzoni.

L’evento principale, che caratterizza i contenuti e il programma della rassegna di quest’anno, è l’inaugurazione del nuovo Museo Manzoniano. Il nuovo percorso espositivo intende coniugare le due tipologie museali espresse dal sito di Villa Manzoni e dalla sua storia: quella della classica “casa-museo” e quella del “museo letterario”. Il nuovo allestimento presenta molte novità, con lo scopo di integrare il complesso architettonico stesso nel percorso espositivo, anche grazie ai supporti di carattere multimediale, valorizzandone le componenti storico-architettoniche. Le valenze di carattere storico-letterario, invece, trovanno il loro focus sulla concezione del lavoro letterario da parte di Alessandro Manzoni e sulla ricostruzione del complesso processo di elaborazione del suo capolavoro “I Promessi Sposi”. Non manca l’attenzione alle sterminate ricadute del romanzo nell’immaginario collettivo contemporaneo, attraverso l’esposizione di una campionatura di materiali eterogenei: cartoline, fotografie, sequenze cinematografiche, fumetti ed altri prodotti della cultura di massa.

Il festival si svolge per un intero mese, proponendo la consueta varietà e vastità di appuntamenti, in tutto 26, tra momenti di formazione, conferenze, caffè letterari, spettacoli teatrali e musicali, mostre, letture en plein air, visite guidate e laboratori per famiglie e studenti. Per tre settimane tutti possono trovare le proposte più consone alle proprie esigenze: dall’approfondimento delle conoscenze all’appagamento attraverso una piacevole divulgazione e un edonismo intelligente, senza dimenticare la possibilità di offrire un’ulteriore occasione di turismo culturale. Sabato 12 ottobre alle 21 presso l’auditorium Casa dell’economia si tiene la cerimonia di conferimento del prestigioso Premio al Romanzo storico per la 15^ edizione del Premio letterario internazionale Alessandto Manzoni - Città di Lecco. Tutti gli appuntamenti sono gratuiti, tranne due aperitivi, sebbene per la maggior parte, per esigenze logistiche e organizzative è prevista la prenotazione obbligatoria.

I MACCHIAIOLI - Fino a domenica 19 gennaio 2020, Palazzo delle Paure a Lecco ospita una mostra interamente dedicata ai Macchiaioli: l’esposizione di oltre 60 opere, che ripercorrono la "storia di una rivoluzione d'arte", con le vicende del movimento artistico che ha rivoluzionato la pittura italiana dell’Ottocento, attraverso i suoi maggiori esponenti. La mostra a cura di Simona Bartolena, rappresenta un nuovo capitolo dell’indagine sull’arte del XIX secolo, iniziata lo scorso anno con l’approfondimento dedicato all’arte lombarda, la rassegna curata da Simona Bartolena, prodotta e realizzata ViDi - Visit Different, in collaborazione con il Comune di Lecco e il suo Sistema Museale Urbano Lecchese, presenta autori quali Telemaco Signorini, Giovanni Fattori, Giuseppe Abbati, Silvestro Lega, Vincenzo Cabianca, Raffaello Sernesi, Odoardo Borrani, in grado di analizzare l’evoluzione di questo movimento, fondamentale per la nascita della pittura moderna italiana.

Ad arricchire la mostra sono in programma una serie di attività didattiche, incontri e visite guidate gratuite per bambini e adulti. La mostra sarà visitabile dal martedì al venerdì dalle 9.30 alle 19, il sabato, la domenica e festivi dalle 10 alle 19, chiusa il lunedì.

L'ingresso alla mostra costa 10 euro (intero), 8 euro (ridotto: ragazzi dai 14 anni ai 18 anni, over 65, gruppi precostituiti di adulti oltre le 15 persone) e 5 euro (ridotto speciale scuole e bambini dai 6 ai 13 anni). E’ gratuito per i visitatori disabili muniti di certificazione attestante una invalidità superiore al 74%, un accompagnatore visitatore disabile solo in caso di non autosufficienza, giornalisti con tessera in corso di validità, bambini fino ai 5 anni, accompagnatore scolaresche 2 per gruppo, accompagnatore gruppi adulti 1 per gruppo, possessori abbonamenti Musei Lombardia Milano. La biglietteria chiude un'ora prima.

MOSTRE - Ultimi due giorni per visitare la mostra I primi 13 anni in Costa Rica, piccoli gesti per grandi cambiamenti, allestita nel cortile del palazzo comunale che propone gli scatti di Maya Ciciriello Chiesa dedicati agli effetti dei cambiamenti climatici in Costa Rica. Visitabile fino a sabato 5 ottobre da lunedì a venerdì dalle 9 alle 18 e il sabato dalle 8.30 alle 11.30.

Ultimo fine settimana per visitare la mostra fotografica allestita presso la Torre Viscontea Rwanda, 100 more days: l’esposizione propone gli scatti del fotografo Giovanni Mereghetti che raccontano uno dei genocidi più sanguinosi della storia dell’Africa del XX secolo. Dal 6 aprile 1994 fino alla metà di luglio, per circa cento giorni, il Rwanda fu ridotto a un lago di sangue. Oggi, nessuno parla più di quei cento interminabili giorni dove fu seminata paura e morte senza tregua. Kigali è una città moderna, le nuove generazioni guardano avanti verso il futuro. Ecco allora la necessità e la responsabilità di ricordare, di non fermarsi alla superficie e all’apparenza di un presente che tende a cancellare la storia passata.

Cracking Art Landing in Lecco: in città fino al 27 Ottobre le opere del collettivo Cracking Art, una pacifica e colorata invasione di rondini giganti in piazza Diaz, piazza XX Settembre, piazza Manzoni e piazza Cermenati e rane oversize nella piazzetta del centro commerciale Isolago, in via Anghileri e sulla piattaforma galleggiante panoramica del lungolago daranno un'immagine diversa e contemporanea alla nostra città, coinvolgendo lo spettatore, sia esso adulto o bambino, in una favola contemporanea che invita a riflettere su tematiche universali come la rigenerazione, la natura e il paesaggio.

Nel segno della montagna. Nuove donazioni alla Fototeca del Si.M.U.L.: la mostra allestita nella Sezione di Grafica e Fotografia di Palazzo delle Paure propone gli scatti di Federico Mariani, Giuseppe Pessina, Ausonio Zuliani, Giandomenico Spreafico, Giuliano Cantaluppi, Pietro Sala, Raffaele Bonuomo e Giovanni Ziliani, fotografi eccezionali, che nel lontano passato e nell’attualità presente, hanno saputo restituire l’immagine-simbolo della montagna: da quella delle imprese eroiche dell’alpinismo e della società montana del tempo, a quella contemporanea del turismo sciistico o delle profonde riflessioni sulla memoria che riverbera nelle sue tracce. Una montagna segno della natura come dell’uomo, dello spirito e dell’immaginario di un territorio, quello di Lecco, che fin dagli albori l’ha eletta a proprio emblema. Un panorama naturale che la storia ha reso paesaggio spirituale. Visitabile fino al 17 novembre.

FESTA DEL CIOCCOLATO – E' cominciata in piazza Mario Cermenati, l’8^ edizione della Festa del cioccolato, promossa da Confesercenti Bergamo in collaborazione col Comune di Lecco. Fino a domenicaartigiani cioccolatieri da tutta Italia offrono le loro specialità golose.

PLANETARIO CIVICO – Al Planetario civico Apocalypse week: questa sera alle 21 la serata di approfondimento “I lampi di raggi gamma e le estinzioni di massa” a cura dell’astrofisico Giorgio Scuderi. Sabatoalle 15 e alle 16.30 un’edizione speciale del Sabato dei bambini con il “Jurassic Day. L’ultimo giorno dei dinosauri… e oltre!”. Domenica 6 la proiezione in cupola “Spettacolo d’impatto”.

SABATO - Sabato 5 dalle 14.30 in sala Don Ticozzi a Lecco s i festeggiamenti per il 60° anniversario di fondazione del Comitato CSI Lecco.

Dalle 15 alle 18 le porte di Villa Gomes a Maggianico si aprono alla cittadinanza per l'open day del Civico Istituto Musicale “G. Zelioli”, per far conoscere l’attività formativa e musicale offerta dalla scuola.

Dalle 15 alle 18 presso il Centro di Accoglienza via dell’isola, in occasione dei dieci anni di attività, si terrà l’open day aperto alla cittadinanza con visita della struttura, musica e merenda per tutti gli ospiti.

MERCOLEDI' – Il 9 ottobre alle 20.30 presso la Sala Don Ticozzi di via Ongania 4, il Comune e Anaci organizzano un incontro pubblico dal titolo “Vivere il condominio” con gli esperti dell'Associazione Nazionale Amministratori Condominiali e Immobiliari di Lecco a disposizione per dare risposte chiare e suggerire le migliori soluzioni alle problematiche del vivere in un condominio.

GIOVEDI' – Il 10 ottobre alle 18.00, nella Sala della Comunità della Parrocchia di Belledo in Via Giulio Fiocchi n. 66, la presentazione del libro “Perché il populismo fa male al popolo. Le deviazioni della democrazia e l’antidoto del popolarismo” insieme all’autore Bartolomeo Sorge e alla coautrice Chiara Tintori, a Luigi Panzeri presidente ACLI Lecco e a monsignor Davide Milani prevosto di Lecco.

Alle 21 nel cortile di Palazzo Belgiojoso va in scena l’ultimo spettacolo della rassegna teatrale La Cultura per il Sociale "Eiger: l'ultima salita" di Mattia Conti con Alberto Bonacina e Sara Velardo: agosto 1957, Claudio Corti e Stefano Longhi, due lecchesi, decidono di rincorrere il sogno di essere i primi italiani a conquistare la mitica parete nord dell'Eiger.