Diego Matheuz
Diego Matheuz

Colico (Lecco), 6 luglio 2018 – Il maestro Diego Matheuz torna sul podio del direttore d'orchestra al Festival Musica sull’acqua per sostenere e promuovere nuovi e giovanissimi musicisti, la loro creatività e il loro talento. L’appuntamento è all’Abbazia di Piona a Colico per sabato 7 luglio alle 21 Colico, dove la celebre bacchetta, uno dei più importanti e giovani direttori al mondo, dirige in prima assoluta il suggestivo Il viaggio di Aurora del compositore e percussionista venezuelano Felix Mendoza membro della Simón Bolívar Symphony Orchestra. Con la talent coaching Patrizia Belotti e Francesca Frediani della Grande fabbrica delle parole, i ragazzi sono stati guidati nella creazione e nella realizzazione della nuova opera di Mendoza che, fedele al tema di questa edizione del Festival che è il Sogno legato al Viaggio, racconta del sogno Aurora, ragazza con la passione per la danza che nonostante difficoltà avverse, riuscirà ad entrare e vivere nell’emozionante mondo dello spettacolo. Sul palco dunque i ragazzi dell’Orchestra giovanile del festival, che hanno avuto l’occasione davvero straordinaria di studiare in questi giorni di prove intense con Diego Matheuz, insieme all’Ensemble di percussioni e il Corpo mimico del festival guidati da Cristian Guyot e Tony Lopresti.

E accanto ai ragazzi, come nello spirito del Festival, ci saranno musicisti di livello internazionale: Francesco Senese al violino), Daniele Carnio e Johane Gonzalez ai contrabbassi, Roberto Armocida al sax, Anton Dressler al clarinetto, e Kerem Brera al violoncello. Il programma si completa con l’esecuzione di un’altra novità con il nuovo pezzo La récréation di Cristian Guyot. Diego Matheuz, Direttore ospite principale dell’Orchestra Mozart dal 2009 e della Melbourne Symphony Orchestra dal 2013, direttore associato della Sinfónica Simón Bolívar de Venezuela dal 2013, è oggi uno dei direttori più celebri “under 40” sulla scena internazionale. Direttore principale del Teatro La Fenice dal 2011 al 2014, cresciuto musicalmente secondo El Sistema di Abreu, in Italia ha debuttato nel 2009 con la Mozart su invito di Claudio Abbado e da allora ha diretto le principali orchestre in Italia e in tutto il mondo.