Quotidiano Nazionale logo
19 apr 2022

Epatite "misteriosa" tra i bambini, aumentano i casi: alcuni positivi ad adenovirus

Lo rende noto il Centro europeo per il controllo e la prevenzione delle malattie (ECDC) che avverte: nessun collegamento con il vaccino contro il Covid-19

ospedale corsia medici
Medici (foto di repertorio)

Aumentano tra i bambini i casi di epatite acuta di origine sconosciuta con sintomi quali: ittero, diarrea, vomito e dolore addominale. Nuovi casi sono stati segnalati in Danimarca, Irlanda, Paesi Bassi e Spagna. Lo rende noto il centro europeo per il controllo e la prevenzione delle malattie Ecdc, dopo le segnalazioni dei giorni scorsi da parte dell'Agenzia per la sicurezza sanitaria del Regno Unito. Nove casi di epatite acuta tra bambini di età compresa tra 1 e 6 anni, avverte poi l'Ecdc, sono stati segnalati nello stato dell'Alabama negli Stati Uniti, con i bambini risultati positivi anche all'adenovirus

Le indagini sono in corso in tutti i Paesi che hanno segnalano casi. Al momento, la causa esatta dell'epatite in questi bambini rimane sconosciuta e l'Ecdc segnala quindi di essere al lavoro con i team in ciascuno dei Paesi che segnalano casi, insieme all'Oms e ad altri partner chiave per supportare le indagini in  corso. L'aumento dei casi di epatite acuta di origine sconosciuta tra bambini precedentemente sani di età inferiore a 10 provenienti dalla Scozia è stata segnalata il 5 aprile nel Regno Unito. Il Paese il 12 aprile ha poi riferito che oltre a quelli in Scozia c'erano circa 61 ulteriori casi oggetto di indagine in Inghilterra, Galles e Irlanda del Nord, con la maggior parte di questi casi di età compresa tra 2 e 5 anni.

Il 14 aprile, la Scozia ha riferito che dei 13 casi oggetto di indagine due coppie di casi erano collegate epidemiologicamente. Non è stato identificato alcun collegamento al vaccino contro il Covid-19. L'Ecdc aggiunge che al momento un'eziologia infettiva è ritenuta come la più probabile, anche se sono stati esclusi dagli esami casi di epatite virale di tipo A, B, C, D ed E.

"Nel complesso, la causa scatenante degli attuali casi di epatite è ancora considerata sconosciuta e rimane oggetto di indagine attiva. Sono in corso test di laboratorio per i casi identificati - fa sapere l'Oms - per capire il ruolo di ulteriori infezioni, di sostanze chimiche o tossine". Facendo un passo indietro, nove bambini hanno manifestato sintomi a marzo mentre uno già a gennaio. Tutti e 10 i casi sono stati rilevati durante il ricovero in ospedale

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?