Il presidente di Fondazione Fiera Enrico Pazzali
Il presidente di Fondazione Fiera Enrico Pazzali

Milano - "Parlare di ripartenza è appropriato, meno di futuro. Ci prepariamo a un grande cambiamento di paradigma". Così Enrico Pazzali, presidente di Fondazione Fiera, durante l’incontro “Prospettive per la ripartenza e contributo alla comunità” alla Glass room. "Ci sono indicatori positivi da industria primaria e alcuni servizi. Resta il dubbio sulla stagione autunnale e invernale: dovremo adattarci in maniera flessibile alle prescrizioni o alle liberatorie del Cts". Tra i grandi eventi: "Il “Salone del mobile”, con il presidente della Repubblica Sergio Mattarella che l’inaguererà il 5 settembre. Appuntamenti tra i più grandi al mondo come Homi (moda), Emo (macchine utensili), moto, farmaceutica, Host e Tuttofood, fino all’Artigiano in fiera".

Il tutto in sicurezza: "Introdurremo il Green pass, tamponi prima dell’accesso. Fiere più piccole: si calcola un metro quadrato a persona, in padiglioni da 17mila metri quadrati. Ci sono difficoltà per chi proviene da India, Cina, Sud America e Russia. Ma rispetto a settembre 2020, con Milano unica, abbiamo registrato un incremento di presenze estere di circa il 60%".

Un momento di svolta, insomma: "Fiera è nata nel 1920, dopo la guerra ha saputo dare vita a nuove specialità. Il contesto è similare". Resta in sospeso la questione temporary framework, gli aiuti di Stato che hanno un massimale di 10milioni di euro, tetto rivisto ad esempio in Germania: "Il Governo ha già preparato gli strumenti normativi per l’eventuale ok della Commissione europea. Spero sia questione di settimane, se non di giorni". Pazzali si è soffermato anche sul contributo di Fondazione alla lotta al Covid, tra ospedale e Palazzo Scintille: "Abbiamo curato 505 pazienti. Saremo in standby fino in primavera: ci sono 40 posti pronti per essere riaperti in 12 ore, i restanti tra i 5 e i 7 i giorni. Stiamo valutando la possibilità di smontare e rimontare le strutture in altre località strategiche. A livello vaccinale supereremo entro domenica quota 900mila".