Per Natale i lombardi tornano a spendere: i regali sotto l’albero costano 175 euro a famiglia

Molti acquisti anticipati a novembre durante il Black Friday durato quasi due settimane per rilanciare i beni non necessari. Il centro studi Confimprese: privilegiati libri e articoli per la casa

Natale, in Lombardia spesi in media 175 euro a famiglia per i regali
Natale, in Lombardia spesi in media 175 euro a famiglia per i regali

MILANO – “Quest’anno la spesa media per Natale sarà di 175 euro a famiglia". Mario Maiocchi, direttore del centro studi Confimprese, l’associazione di realtà commerciali indipendenti e in franchising che rappresenta 90mila imprese, rileva una "prevalenza di acquisti di prodotti a bassa battuta unitaria come il libro e articoli utili per la casa". I lombardi hanno scelto più articoli ma meno costosi, approfittando dei giorni del “Black Friday“. L’ultimo weekend di sconti che chiude il mese di novembre è stato anticipato da due settimane di promozioni per rilanciare i consumi di beni non di prima necessità e accelerare l’avvio dello shopping natalizio dopo l’ottobre nero delle vendite (-2,7% nella regione rispetto allo stesso mese del 2022).

L’operazione è riuscita, secondo i dati dell’Osservatorio permanente Confimprese-Jakala sull’andamento dei consumi: "A novembre la Lombardia ha registrato una crescita del 2,3% migliore del resto del Paese (+1,9%) – spiega Maiocchi –. I dati del settore “altro retail“ (il commercio al di fuori di abbigliamento e ristorazione) sono cresciuti del +3,6% dopo mesi di costante flessione".

La scelta delle famiglie di anticipare l’acquisto dei regali approfittando degli sconti ha avuto un peso determinante sull’incremento del valore delle spese rispetto agli ultimi sei mesi caratterizzati da un continuo peggioramento. "Anche i ristoranti hanno fatto segnare un andamento positivo e riflettono il desiderio di aggregazione e di socialità esploso dopo il Covid – sottolinea il direttore del centro studi di Confimprese –. La ristorazione nel mese di novembre ha ripreso un andamento positivo con una crescita del +4,4%, dopo un mese di ottobre che, per la prima volta nel 2023, era stato caratterizzato da una flessione del -1,9%. La buona tenuta del fa ben sperare nel proseguimento anche fino alla fine di dicembre. Un altro elemento interessante, che testimonia la ripresa del “fuori casa“, è dato dall’incremento significativo delle feste aziendali".

La nota negativa arriva dal settore abbigliamento e accessori, ancora negativo rispetto a novembre di un anno fa (-0,9%). Per quanto riguarda i canali di vendita, l’online ha visto rafforzare la propria preferenza con un incremento del +7,9% negli acquisti e del +12,9% nelle vendite dei capi di abbigliamento e degli accessori di moda.