Quotidiano Nazionale logo
29 ott 2021

Microsoft sorpassa Apple: è l'azienda più ricca al mondo. Ecco quanto vale

Schizza in alto il valore di mercato del colosso del web fondato da Bill Gates. La casa di Cupertino paga i deludenti dati dell'ultima trimestrale

epa01967265 (FILE) Picture dated 30 September 2008 shows a Microsoft counter at Japan CEATEC, the largest electronics trade show in Asia, in Makuhari city, east of Tokyo, Japan. European regulators dropped their anti-trust case against Microsoft on 16 December 2009, after the company agreed to offer customers a choice of rival Web browsers. The settlement ends what could have been a second costly legal battle for the American software giant. The agreement, announced in Brussels by the European competition commissioner, Neelie Kroes, calls for Microsoft to give Windows users a choice of up to 12 other browsers from competing companies, including Google and Apple.  EPA/EVERETT KENNEDY BROWN
Microsoft

Microsoft sorpassa Apple e le strappa lo scettro di azienda più ricca al mondo. Il colosso del web fondato da Bill Gates ha infatti raggiunto nelle ultime ore un valore di mercato di quasi 2.460 miliardi di dollari contro i 2.430 miliardi di dollari della casa di Cupertino, sui cui numeri pesano i deludenti dati dell'ultima trimestrale. A Wall Street il titolo di Apple è arrivato a perdere oggi oltre il 3%.

Microsoft e Apple gareggiano da anni per il primo posto nella classifica delle società più capitalizzate a Wall Street, e quindi nel mondo. Apple ha superato per la prima volta Microsoft nel 2010 grazie al successo dell'iPhone, mantenendo la posizione fino al 2018. L'ultima volta che Microsoft si era trovata prima risale al 2020, dopo il primo aggiornamento in cinque anni del sistema operativo Windows. Apple è stata inoltre la prima azienda a raggiungere sia i mille miliardi sia i duemila miliardi di dollari di capitalizzazione.

Microsoft ha diffuso nei giorni scorsi i conti del trimestre, che vedono un fatturato in crescita del 22%. Apple ha invece mancato le previsioni degli analisti, poiché la carenza di chip e le interruzioni della fabbrica dovute alla pandemia hanno colpito la produzione.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?