FEDERICA PACELLA
Economia

Il tour Imprese Vincenti. Ecco le dieci eccellenze: "Creano sviluppo per tutta la comunità"

La quinta edizione del progetto di Intesa Sanpaolo ha fatto tappa a Brescia. In premio supporto specialistico e strategico ai programmi di sviluppo.

Il tour Imprese Vincenti. Ecco le dieci eccellenze: "Creano sviluppo per tutta la comunità"

Il tour Imprese Vincenti. Ecco le dieci eccellenze: "Creano sviluppo per tutta la comunità"

Tappa bresciana per il terzo incontro tra i quindici previsti nella nuova edizione di Imprese Vincenti, il programma di Intesa Sanpaolo dedicato a individuare piccole e medie imprese che rappresentano un esempio di eccellenza imprenditoriale e del Made in Italy. La tappa bresciana del tour, realizzato in collaborazione con Visa, ha visto protagoniste 10 Imprese Vincenti, che si sono presentate nella sala Faissola della sede di Intesa Sanpaolo: Cittadini di Paderno Franciacorta (Brescia), attiva nel settore tessile tecnico; le bresciane General Emmequattro, Forgiatura Morandini e Martin e la pavese Fedegari Autoclavi, che operano nella meccanica; Computer Italia di Milano ma di origini pavesi, che si occupa di informatica e servizi; Invernizzi di Solarolo Rainerio (Cremona), attiva nel settore industria; la mantovana Manerba per il settore dell’arredo e design; Metal Carp di Prevalle (Brescia), attiva nella carpenteria metallica; V.M.C. di Gottolengo, operativa nella moda.

Alle Pmi vincenti, la banca fornirà gli strumenti per crescere, anche all’estero, in sostenibilità, innovazione, transizione digitale e finanza straordinaria, insieme ai partner del progetto: Bain & Company, Elite e Gambero Rosso, Cerved e Microsoft Italia, Coldiretti, Nativa e Circularity, Digit’ed, Tinexta e Aiccon. Grazie agli strumenti per lo sviluppo di competenze su internazionalizzazione, economia circolare, reti commerciali e cost management, le funzioni specialistiche di Intesa Sanpaolo, di International Subsidiary Banks Division (Isbd) e di Intesa Sanpaolo Innovation Center accompagneranno i programmi di sviluppo offrendo supporto specialistico e strategico.

"Le dieci aziende che premiamo – commenta Marco Franco Nava, direttore regionale Lombardia Sud Intesa Sanpaolo – sono l’espressione della qualità del Made in Italy ed esempi positivi per il sistema produttivo lombardo, poiché creano sviluppo economico e sociale per la comunità. Nel 2023 abbiamo erogato alle imprese e alle famiglie della Direzione Regionale Lombardia Sud circa 1,2 miliardi di euro. Dall’avvio delle iniziative dedicate agli investimenti sostenibili e in economia circolare abbiamo già erogato alle aziende di questi territori 335 milioni di euro, a conferma del nostro impegno nell’aiutarle a cogliere tali opportunità, a favore di una crescita stabile e inclusiva".

Dall’inizio del programma si sono autocandidate in cinque edizioni circa 14.000 imprese, di cui 4.000 solo per la quinta edizione. Le 150 del 2024 sono state selezionate per aver attivato progetti o raggiunto risultati significativi in valore economico e impatto sociale, innovazione e ricerca, transizione digitale ed ecologica, export e internazionalizzazione, passaggio generazionale e consolidamento dimensionale, formazione e welfare. È il caso, solo per citare una storia, di Forgiatura Morandini, nata nel 1973. "Siamo cresciuti - spiega Alessandro Morandini, amministratore delegato – investendo per rispondere ai bisogni del mercato e per superare difficoltà. Dopo il crollo del ponte Morandi, ad esempio, è diventato sempre più difficile avere i permessi per far circolare sulle strade materiale sopra un certo peso. Quindi abbiamo installato macchinari per lavorare materiali grezzi in autonomia, riducendo il peso. Oggi nella nostra valle diamo lavoro a circa 400 persone".