Fifa, il videogioco di calcio più famoso al mondo
Fifa, il videogioco di calcio più famoso al mondo

La Ea Sports, dipartimento di Electronic Arts, colosso americano nel campo dei videogiochi sportivi, sembra sul punto di una svolta epocale: cambiare nome al loro titolo di punta, il gioco di calcio per console più famoso al mondo, Fifa.  Dietro a questa decisione, che avrebbe del clamoroso, c’è la rinegoziazione dei diritti con la FIFA, Federazioni internazionale di calcio, nonché massimo organo di governo del mondo del pallone. Secondo le prime indiscrezioni raccolte dal New York Times, Gianni Infantino, presidente FIFA, avrebbe intenzione di raddoppiare gli incassi provenienti dalla software house californiana: infatti il contratto di licenza in scadenza alla fine di quest’anno prevede un compenso di circa 150 milioni all’anno che, sulla base quadriennale del contratti, equivalgono ad una cifra intorno ai 600 milioni. Oggi la FIFA chiede 1 miliardo in quattro anni alla Electronic Arts, per una base annua di 250 milioni.

Una richiesta che sicuramente non è arrivata come un fulmine a ciel sereno. Non è un mistero infatti che la “fabbrica di videogiochi “con sede a Redwood City abbia visto i propri ricavi schizzare alle stelle grazie alla modalità di gioco “Ultimate Teame” sempre più popolare tra gli appassionati. Infatti, oltre ad un costo base del videogioco che si attesta intorno ai 70 euro, il vero “eldorado” per EA Sports sta nelle transazioni all’interno del gioco che, solo nel 2021, ha portato il publisher a stelle e strisce un cifra intorno ai 1,62 miliardi di dollari equivalente a poco meno del 30% del fatturato totale dell’azienda. La FIFA, alla ricerca di nuovi introiti, ha dunque intravisto l’occasione giusta per rivedere il contratto di licenza a cifre ben più alte.

Al momento, l’accordo tra le parti sembra lontano. Electronic Arts è corsa subito ai ripari registrando presso gli uffici per le proprietà intellettuali del Regno Unito e dell’Unione Europea il nome “EA Sports FC” anche per far capire al massimo organo di controllo del calcio di essere pronti a cambiare il nome del brand. La software house sta valutando questa opzione facendo leva su un accordo rinnovato con FIFPRO, la società che detiene i diritti dei nomi e dei volti dei calciatori reali di tutto il mondo, e l’assenza di un vero e proprio competitor. Gli appassionati dovranno farsene una ragione: l’addio al nome Fifa sembra sempre più vicino.