Quotidiano Nazionale logo
27 dic 2021

Bollette energia elettrica, regole per ridurre costi distribuzione: come funzionano

L'Autorità regolatrice introduce un nuovo meccanismo che consentirà al gestore di evitare un salasso sui clienti

Tralicci della rete elettrica
Tralicci della rete elettrica

Roma - Elettricità e caro bollette, via ai "freni" sui rincari. Parte il nuovo meccanismo per incentivare il gestore della rete a effettuare tutti gli interventi utili per ridurre i costi complessivi del dispacciamento dell'elettricità sfruttando al meglio le risorse disponibili e ampliando la platea dei soggetti e dei dispositivi in grado di fornire servizi al sistema (ad esempio rinnovabili ed accumuli). Lo specifica un comunicato di Arera, l'Autorità di Regolazione Energia Reti e Ambiente. Dopo aver svolto la consultazione - spiega la nota - saranno valutate le performance 2022-2024 e gli investimenti strutturali sul sistema in grado di produrre effetti nel lungo termine, anche successivamente al termine del periodo di incentivazione.

"In questo modo - recita il comunicato dell'Autorità - i clienti vedranno diminuire i costi in bolletta sia in caso di miglioramento delle performance, infatti con la riduzione complessiva triennale dei costi del dispacciamento Terna otterrà parte dei benefici derivanti alla collettività, sia in caso di peggioramento, quando il gestore di rete dovrà farsi carico di una parte del maggior costo del dispacciamento rispetto all'anno benchmark di riferimento".

Il nuovo meccanismo, chiamato output-based, si sviluppa in un unico indicatore di performance, che consiste nella differenza tra il costo del dispacciamento in un determinato anno e il costo del dispacciamento di un anno precedente assunto come riferimento (come aggiornato per escludere gli effetti derivanti da interventi non dipendenti da Terna o derivanti da variabili esogene quali il prezzo delle materie prime). La performance viene valutata tenendo conto complessivamente dei costi del Mercato Servizi Dispacciamento per l'approvvigionamento delle risorse per il dispacciamento, della mancata produzione eolica, del regime di essenzialità.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?