La startup Net-Medicare è stata fondata nel 2018
La startup Net-Medicare è stata fondata nel 2018

Bergamo - Curare in videochiamata. L’innovazione tecnologica, soprattutto con la pandemia, può davvero venire in aiuto e risolvere alcune situazioni altrimenti difficilmente gestibili. Nasce così Net-Medicare, startup innovativa con sede a Bergamo che nel 2020 si converte rapidamente in una piattaforma per la telemedicina che mette in contatto, da remoto, paziente e specialisti, che hanno necessità di possedere uno strumento idoneo per svolgere visite e consulti a distanza. Net-Medicare è la scommessa coraggiosa di un team tutto bergamasco, che punta a rendere più agevole il rapporto paziente-medico. A oggi la piattaforma conta circa mille utenti raggiunti, con un 15% di provenienza estera. Nel 2020 la startup ha ricevuto circa 300mila euro di finanziamenti, suddivisi tra privati e pubblici: 260mila euro da parte di finanziatori privati e 40mila come finanziamenti pubblici.

"Net-Medicare nasceva nella sua prima versione nel 2018, dall’esperienza pluriennale in campo medico e assistenziale dei suoi fondatori, un team affiatato che lavorava già insieme in un settore che interseca quello della Telemedicina, ovvero progetti di residenzialità dedicati a persone fragili - spiega Marco Crimi, fondatore di Net-Medicare -. Inizialmente sviluppata come piattaforma di sola messa in contatto tra paziente e professionista sanitario, nel 2020 ha accelerato la sua evoluzione. Abbiamo ripensato la forma e la struttura e oggi presentiamo la prima piattaforma di telemedicina pensata per un utilizzo bilaterale, implementata di servizi e funzionalità studiati appositamente per le strutture sanitarie e i professionisti. Contiamo già una trentina di professionisti iscritti e oltre 1.000 televisite erogate attraverso il portale. Molte arrivano da italiani residenti all’estero". Il portale Net-Medicare consente di dematerializzare l’attività ambulatoriale.

Attraverso un unico accesso il medico può gestire l’agenda, collegarsi con i pazienti, scambiare con loro documenti ed amministrare le fatture digitalmente. "Nel 2020 ci siamo resi conto del bisogno di attivare servizi di consultazione medica a distanza - conclude Crimi -. Ed essendo già inseriti in Bergamo e nel suo tessuto produttivo, molto attento all’innovazione tecnologica, abbiamo pensato che fosse il luogo perfetto per creare questa start up".