Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
21 lug 2022
21 lug 2022

Le dimissioni di Draghi fanno volare lo spread: rendimento titoli di Stato oltre la Grecia

In apertura la Borsa di Milano cede il 2,01%, sotto pressione in particolare le banche. Sulle altre piazze europee listini positivi in attesa della Bce

21 lug 2022
In una foto d'archivio, un operatore al lavoro in una sala operativa di una banca italiana a Milano.
ANSA/MATTEO BAZZI
Borsa di Milano
In una foto d'archivio, un operatore al lavoro in una sala operativa di una banca italiana a Milano.
ANSA/MATTEO BAZZI
Borsa di Milano

La crisi di Governo con le conseguenti dimissioni di Mario Draghi affossano l'Italia sui mercati internazionali. Qusta mattina lo spread tra Btp e Bund tedesco in apertura è salito fino a 243 punti base, rispetto ai 212 punti della chiusura di ieri. Il rendimento del decennale italiano sale al 3,70%, oltre il tasso dei titoli greci (3,48%),

Inoltre, a Piazza Affari si annuncia una seduta di passione, a giudicare dall'andamento dei contratti future sul Ftse Mib che mostrano un calo del 3,6%. I future sugli altri indici azionari europei sono invece in rialzo tra lo 0,2% e lo 0,4% aspettando le decisioni della Bce sui tassi di interesse e il ritorno all'operatività del gasdotto Nord Stream 1.

In apertura, infatti, la Borsa di Milano scivola con il primo indice Ftse Mib che cede il 2,01% a 20.918 punti. L'indice All Share lascia invece l'1,5% Sotto pressione le banche - Unicredit (-5,2%), Bper (-4,7%), Intesa (-4%), Banco Bpm (-3,5%) - con lo spread tra Btp e Bund che si attesta a 222 punti e il rendimento del decennale italiano al 3,48%. "Dopo le tensioni di giovedì scorso i mercati avevano scontato che i partiti politici avrebbero trovato un compromesso in extremis per evitare una crisi politica in un momento così delicato per l`Italia - ha evidenziato in una nota Filippo Diodovich, Senior Market Strategist di IG Italia, broker di trading online -. Ora la scelta di M5S, Lega e Forza Italia di non sostenere più il governo di unità nazionale con a capo Mario Draghi avrà conseguenze fortemente negative sull'andamento dellìazionario italiano e aumenterà le tensioni sullo spread con un forte rialzo dei rendimenti dei titoli di stato italiani".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?