Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
4 giu 2022

Bonus sport 2022 al via: come e quando richiederlo, a chi spetta, quanto vale

Misura inserita in Finanziaria: si è aperta la prima finestra per le imprese

4 giu 2022
d.r.
Economia

Lavorate - o siete i proprietari - di un'azienda che ha effettuato interventi di ristrutturazione all'interno o nelle pertinenze di impianti sportivi? Oppure che ha realizzato ex novo strutture di questo tipo? Anche quest'anno potete accedere al Bonus sport, confermato con la nuova Finaziaria.

Quanto vale

Sul sito del dipartimento governativo per lo Sport si legge che con "la nuova legge di bilancio è stata estesa anche per l’anno 2022  la possibilità di effettuare erogazioni liberali per interventi di manutenzione e restauro di impianti sportivi pubblici e per la realizzazione di nuove strutture sportive pubbliche già prevista dalla legge di bilancio per l’anno 2019". I soggetti che possono effettuare queste erogazioni sono esclusivamente le imprese, cui è riconosciuto un credito di imposta pari al 65% dell'importo erogato, da utilizzarsi in tre quote annuali di pari valore. C'è anche un limite all'importo che può essere erogato da un'azienda che decida di accedere a questa misura: ammonta all'1% dei ricavi del 2021. L'ammontare complessivo del credito d'imposta riconosciuto a tutte le imprese, infine, non può oltrepassare i 13,2 milioni di euro per il 2022.

Quando fare richiesta 

Sono due le finestre temporali messe a disposizione dal governo. Entrambe hanno una durata di quattro mesi, 120 giorni. La prima si è aperta il 30 maggio, lunedì scorso. La seconda aprirà il 15 ottobre. Dalla data di apertura di ciascuna finestra i soggetti interessati hanno trenta giorni di tempo per presentare la domanda di ammissione al procedimento ed essere così autorizzati ad effettuare l’erogazione liberale. A seguito delle erogazioni effettuate e certificate dagli enti destinatari, il dipartimento dello Sport autorizzerà le imprese ad usufruire del credito di imposta dandone contemporaneamente comunicazione all’Agenzia delle entrate. 

Come fare richiesta

Vediamo, sempre dal sito del dipartimento governativo per lo Sport, come funziona la procedura per ottenere il bonus (le date si riferiscono alla prima finestra, quella aperta dal 30 maggio al 30 giugno). La domanda va inviata via email agli indirizzi: [email protected] e per conoscenza a [email protected], fino al 30 giugno 2022, indicando nell’oggetto “Sport Bonus 1a finestra 2022 + la denominazione impresa + codice fiscale”.

Successivamente il Servizio primo del dipartimento invierà alla sola e-mail (non Pec) del richiedente, indicata nel modello di richiesta, un numero di codice seriale identificativo ed univoco. Entro il 15 luglio il dipartimento pubblicherà sul proprio sito l’elenco delle imprese che potranno effettuare l’erogazione liberale in denaro. Verrà indicato nell’elenco solo il numero di codice seriale, fornito dopo la presentazione della domanda.

Nei dieci giorni successivi alla pubblicazione e non oltre il 25 luglio i soggetti inclusi nell'elenco pubblicato sul sito del dipartimento dello Sport potranno effettuare l’erogazione in denaro secondo le modalità di pagamento indicate nel modulo della domanda. I soggetti destinatari delle erogazioni liberali entro dieci giorni dal ricevimento dell’erogazione e comunque non oltre il 5 agosto dovranno dichiarare, con apposito modulo, di aver ricevuto l’erogazione in denaro, allegando la ricevuta bancaria del bonifico ricevuto;

A quel punto il dipartimento per lo Sport pubblicherà, sempre in rete, l’elenco dei beneficiari del credito di imposta individuabili con il numero di codice seriale. 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?