Lavoro
Lavoro

Mialno - La Regione Lombardia anticipa i contenuti del nuovo bando, di prossima pubblicazione, che sostiene le imprese che assumono personale contribuendo a rilanciare l’occupazione. Con la delibera numero 4398 del 10 marzo 2021, infatti, l’amministrazione regionale si propone di potenziare l’efficacia delle azioni di reimpiego dei lavoratori, incentivando il rilancio e la trasformazione economica.Sono previsti incentivi ai datori di lavoro che assumono i destinatari delle politiche attive regionali, beneficiari di incentivi occupazionali, aggiuntivi e complementari a quelli statali. Possono accedere al bando i datori di lavoro che assumono lavoratori disoccupati, residenti in Lombardia o domiciliati in Lombardia; occupati sospesi (in CIG) presso un’unità produttiva operativa ubicata sul territorio di Regione Lombardia, in aziende con previsione di esubero. Ulteriori contributi, infine, saranno concessi ai datori di lavoro con meno di 50 dipendenti e alle imprese costituite o acquisite da lavoratori, anche in forma cooperativa, che provengono da imprese in crisi. Discorso diverso per gli Autonomi senza partita IVA.  

Le fasce

Formazione 

L'assessore Rizzoli

 

Le fasce

 Il contributo massimo è differenziato in funzione della difficoltà di accesso nel mercato del lavoro:

  • lavoratori fino a 54 anni: 5mila euro
  • lavoratrici fino a 54 anni: 7mila euro 
  • lavoratori over 55: 7mila euro
  • lavoratrici over 55: 9mila euro

E’ previsto, per le micro e piccole imprese, un contributo aggiuntivo per le quali gli importi sono maggiorati di mille euro:

  • per i datori di lavoro con meno di 50 dipendenti
  • per le imprese costituite o acquisite da lavoratori, anche in forma cooperativa, che provengono da imprese in crisi (cd. “workers buyout”).

 

Formazione

  • Accanto a questo per i i lavoratori in cassa integrazione c'è la possibilità di riqualificazione importante: per loro Regione Lombardia mette a disposizione fino a 150 ore di formazione gratuita. Inoltre, convinti che innovazione e formazione siano il canale giusto per spingere crescita e occupazione, abbiamo riconfermato e semplificato 'Formazione Continua', politica attraverso cui le aziende che vogliono guardare al futuro e che desiderano formare i propri lavoratori possono farlo grazie ad un contributo regionale che può arrivare fino a 50mila euro.  Per i più giovani, una nuova e specifica misura di contrasto alla dispersione scolastica e formativa: tutti i ragazzi che non sono iscritti a percorsi formativi avranno la possibilità di riprendere i percorsi interrotti e conseguire un titolo spendibile nel mercato del lavoro. 

 

Melania Rizzoli

L'assessore Rizzoli

"Il pensiero di Regione Lombardia va anzitutto a chi ha perso il lavoro o rischia di perderlo". E' quanto ha sottolineato nei giorni scorsi Melania Rizzoli, assessore regionale alla Formazione e al Lavoro in Lombardia. "Proprio per questo Regione 
Lombardia ha deciso, in questi ultimi mesi, di approvare nuove politiche capaci di sostenere la ripresa occupazionale dei nostri territori. Con la nuova misura RicettaLavoro, attiva dallo scorso 15 aprile, incentiviamo le assunzioni dei disoccupati che si riqualificano tramite le politiche regionali con incentivi che variano da un minimo di 5.000 euro fino ad un massimo di 10.000, con un'attenzione particolare al mondo femminile".