MEZZI TECNICI E RISORSE Sopra Qu Dongyu, direttore generale della Fao: «Le riserve mondiali di cibo dipendono sempre più da poche colture e pochi prodotti»
MEZZI TECNICI E RISORSE Sopra Qu Dongyu, direttore generale della Fao: «Le riserve mondiali di cibo dipendono sempre più da poche colture e pochi prodotti»
L’ORGANIZZAZIONE delle Nazioni Unite per l’Alimentazione e l’Agricoltura (Fao) ha lanciato la sua Azione mondiale sullo sviluppo verde di prodotti agricoli speciali: “Un paese, un prodotto prioritario“ (Ocop). Questa azione punta a sviluppare catene di valore verdi e sostenibili per prodotti agricoli speciali, aiutare i piccoli agricoltori e gli agricoltori familiari a cogliere a pieno i vantaggi del mercato mondiale e, in ultima analisi, contribuire alla trasformazione degli attuali sistemi agroalimentari e al conseguimento...

L’ORGANIZZAZIONE delle Nazioni Unite per l’Alimentazione e l’Agricoltura (Fao) ha lanciato la sua Azione mondiale sullo sviluppo verde di prodotti agricoli speciali: “Un paese, un prodotto prioritario“ (Ocop). Questa azione punta a sviluppare catene di valore verdi e sostenibili per prodotti agricoli speciali, aiutare i piccoli agricoltori e gli agricoltori familiari a cogliere a pieno i vantaggi del mercato mondiale e, in ultima analisi, contribuire alla trasformazione degli attuali sistemi agroalimentari e al conseguimento degli Obiettivi di sviluppo sostenibile (Oss). I prodotti agricoli speciali (Sap) sono quelli con qualità uniche e caratteristiche speciali, associate alla localizzazione geografica e al patrimonio culturale. Prodotti che possono contribuire molto a garantire sicurezza alimentare e diete sane, sostenendo la crescita economica e i mezzi di sussistenza degli agricoltori e, al tempo stesso, tutelando l’ambiente e la biodiversità.

I Sap includono tutti i tipi di prodotti agricoli riconosciuti (o che possono essere riconosciuti) come prodotti agricoli simbolo nazionali o locali, ma che non hanno beneficiato di programmi di sviluppo agricolo e rurale come, invece, le più diffuse colture di base (per es. riso, frumento, mais, soia e patata). I Sap hanno anche un elevato potenziale di integrazione nel commercio e nei mercati locali, regionali e mondiali.

"Oggi – afferma Qu Dongyu, direttore generale della Fao – le riserve mondiali di cibo dipendono sempre più da poche colture e pochi prodotti. Quasi tutti i sistemi agroalimentari richiedono moltissimi mezzi tecnici e moltissime risorse, ma mancano di integrazione, ottimizzazione e innovazione". Per l’Azione mondiale è fondamentale promuovere i Sap tramite innovazione e sviluppo verde, nonché favorire la crescita dei modelli di produzione dell’agricoltura familiare e dei piccoli agricoltori, che possono contribuire notevolmente al raggiungimento degli obiettivi dell’Agenda 2030 - in particolare gli Oss 1 (sconfiggere la povertà) e 2 (sconfiggere la fame).

"L’obiettivo di questa Azione mondiale – prosegue Qu – è produrre risultati importanti a favore della competitività economica nazionale, dell’inclusione sociale e dello sviluppo sostenibile". L’iniziativa punta a: ottimizzare i sistemi di produzione; ridurre al minimo la perdita di produttività agricola e di biodiversità; ridurre al minimo sia perdita e spreco alimentare che uso improprio delle sostanze chimiche in agricoltura; massimizzare i profitti agricoli integrati. L’obiettivo di tutti questi elementi, messi insieme, è favorire il passaggio a sistemi agroalimentari più efficienti, inclusivi, resilienti e sostenibili.