Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
Editoriale

Quella doppia lezione tra rosa e azzurro

enrico fovanna

L’Italia batte la fortissima Svizzera ed è ormai a un passo dalla qualificazione dei Mondiali di calcio. Un sogno da cui sarà triste risvegliarsi? Una magia che riavvolge la bobina del tempo? Niente affatto. Tutto vero. Solo che parliamo di calcio femminile. Le nostre brave azzurrine danno una seria lezione ai colleghi maschi e prenotano il biglietto per  il torneo che si svolgerà in Australia e Nuova Zelanda. A mettere a segno il gol decisivo, su punizione, Cristiana Girelli a 8 minuti dalla fine. Niente di iconico, beninteso. Men che meno di stravolgente. Ma in un Paese in cui le donne, dallo stipendio al consesso sociale, sono sempre state tenute in bassa considerazione, a differenza per esempio di tutti gli Stati nordici a welfare avanzato, è un’oggettiva rivincita. E nessuna, va detto, si è messa a spernacchiare il team di Mancini. Come dire: le lezioni questa volta sono addirittura due.

© Riproduzione riservata

enrico fovanna