Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
Commento

A 5 anni in pigiama sul bus

agata finocchiaro

Chissà cosa sarà passato per la mente alla bimba di 5 anni che ieri mattina, a Milano, non vedendo il papà al risveglio, ha deciso di andare a cercarlo da sola. Ha preso l’ombrello per ripararsi dalla pioggia e, in pigiama e ciabatte, è uscita di casa senza farsi sentire dalla mamma, impegnata in un’altra stanza. Quindi è salita sul primo autobus. Non un’esitazione, nemmeno quando Lia (nome di fantasia) si è trovata in mezzo a tanti sconosciuti.
Una piccola storia di coraggio (della bimba) e di solidarietà (degli adulti che hanno preso a cuore l’improbabile passeggera). In altri tempi l'avventura della ribelle Lia si sarebbe conclusa con un sonoro rimprovero (o scappellotto?) dei genitori per lo spavento patito. E forse non sarebbe nemmeno arrivata alla ribalta delle cronache. Oggi, nel pieno di una guerra che non risparmia i più indifesi, ci appare come una moderna fiaba metropolitana, a lieto fine. E per questo capace di strapparci un sorriso di tenerezza. 

© Riproduzione riservata

agata finocchiaro