Firenze - La bellezza può essere riprodotta in laboratorio? Sembra di sì. Una copia del David Michelangelo realizzata in 3D è pronta per essere spedita a Dubai, dove rappresenterà l'Italia e il suo patrimonio artistico all'Expo. Archetipo della bellezza maschile e forse l'oggetto più bello mai realizzato dalle mani dell'uomo, la riproduzione del David realizzato da Michelangelo ai primi del '500 verrà imballata in giornata e poi trasportata a MIlano in attesa del volo. Per il direttore della Galleria dell'Accademia, Cecilie Hollberg "è una bellissima opportunità per rappresentare la bellezza del patrimonio culturale dell'Italia, sono felice che abbiano scelto il David di Michelangelo della Galleria dell'Accademia di Firenze che è l'opera d'arte per eccellenza. Sono felice che questo messaggero parta per Dubai, l'originale non avrebbe mai potuto viaggiare quindi questa della riproduzione digitale è stata la soluzione per portale un pezzo di Italia all'Expo di Dubai». Il progetto di digitalizzazione e realizzazione del David è stato coordinato da Grazia Tucci, docente del dipartimento di ingegneria civile dell'Università di Firenze, in collaborazione con i tecnici di Hexagon Italia e con il restauratore Nicola Salvioli: è stato quest'ultimo a realizzare la 'pellè del David con la polvere di marmo. 

Bellezza allo stato puro

Il David di Michelangelo

Il David è una scultura realizzata in marmo (altezza 520 cm incluso il basamento di 108 cm) da Michelangelo Buonarroti, databile tra il 1501 e l'inizio del 1504 e conservata nella Galleria dell'Accademia a Firenze. E' uno dei capolavori del Rinascimento italiano, simbolo di Firenze, tra le sculture più note al mondo e - forse - l'oggetto più bello creato mai dall'uomo. L'opera, che ritrae l'eroe biblico nel momento in cui si appresta ad affrontare Golia, da sempre considerato l'ideale di bellezza maschile nell'arte così come la Venere di Sandro Botticelli lo è  per la bellezza femminile. Originariamente la statua fu collocata in Piazza della Signoria, come simbolo della Repubblica fiorentina vigile e vittoriosa contro i nemici. L'originale oggi è custodito nella Galleria dell'Accademia di Firenze dove venne trasferito nel 1872 a causa delle sue precarie condizioni. In piazza della Signoria nel 1910,venne collocata una copia della statua, realizzata dallo scultore Luigi Arrighetti, quella che oggi ammirano tutiristi provenienti da tutto il mondo.