Covid in Gran Bretagna (Ansa)
Covid in Gran Bretagna (Ansa)

Roma -  Sarà in vigore da lunedì 21 giugno, la nuova ordinanza firmata dal ministro Roberto Speranza che stabilisce l'obbligo di quarantena di 5 giorni con obbligo di tampone per chi proviene dalla Gran Bretagna. L'ordinanza prevede anche l'ingresso dai Paesi dell'Unione Europea e da Stati Uniti, Canada e Giappone con i requisiti del Certificato Verde. Vengono invece prolungate le misure di divieto di ingresso da India, Bangladesh e Sri Lanka. 

La decisione del Ministro della Salute arriva all'indomani dell'ennesima impennata di contagi da coronavirus nel Regno Unito: ieri ne sono stati registrati 11.007 (su 1,1 milione di tamponi). Resta per ora più contenuto - grazie all'effetto dei vaccini - l'aumento dei morti, 19 oggi contro i 9 di ieri, e dei ricoveri in ospedali, il cui totale è ora di 1.227. Ma gli esperti rimangono inquieti e chiedono cautela. Le vaccinazioni fatte sfiorano quota 73 milioni, con oltre 42,2 milioni di prime dosi e quasi 30,7 milioni di richiami. Finora oltre l'80% degli adulti ha ricevuto almeno la prima dose di vaccino e il 52% è completamente immunizzato. Proprio sulla spinta della diffusione della variante Delta nel Paese, le autorità britanniche hanno deciso di rimandare di un mese lo stop alle ultime restrizioni legate alla pandemia. Negli scorsi giorni il premier Boris Johnson ha spostato la tappa conclusiva del post lockdown nel Regno Unito dal 21 giugno a non prima del 19 luglio a causa dell'allerta legata al rimbalzo dei contagi dovuti al nuovo ceppo dominante del Covid sull'isola.