Mentre in mezza Europa dilaga la protesta no vax e no green pass, con il crescere continuo della  Variante Delta e dei contagi,  in Francia e in Germania pensano a misure restrittive per i non vaccinati e a un utilizzo diffuso del certificato verde.

Helge Braun, responsabile della Cancelleria del governo tedesco, non esclude  infatti che, se resta la tendenza al rialzo dei contagi di Covid-19, ci possano essere restrizioni per i non vaccinati e libertà di cui possono godere solo coloro che hanno il ciclo completo del vaccino. "I vaccinati avranno più libertà' dei non vaccinati", ha detto Braun che  ha aggiunto che se le infezioni continuano ad aumentare, i non vaccinati dovranno ridurre ancora i loro contatti, nonostante la strategia di test di massa della  Germania negli ultimi mesi. "Questo può significare che certe offerte come le visite a ristoranti, cinema o stadi potrebbero non essere possibili per le persone non vaccinate, anche se il test è negativo, perché il rischio sarebbe troppo grande", ha detto. ( L'incidenza settimanale in  Germania è attualmente di 13,8 casi per 100.000 abitanti, secondo gli ultimi dati dell'Istituto Robert Koch (RKI) di virologia. Anche se il livello è relativamente basso, la tendenza all'aumento è preoccupante. Il 6 luglio, l'incidenza settimanale era al suo livello più basso di 4,9 infezioni per 100.000 abitanti. "Se l'incidenza continua ad aumentare, sarà difficile tenere i contagi fuori dalle scuole", ha detto Braun, che ha invitato i genitori e il personale scolastico a vaccinarsi. Braun ha anche detto di essere a favore del mantenimento dell'obbligo di indossare mascherine sui trasporti pubblici, negli spazi chiusi e durante le lezioni. Braun teme che l'aumento dell'incidenza potrebbe portare fino a 100.000 infezioni giornaliere a settembre e un'incidenza settimanale di 850 infezioni per 100.000 abitanti.

In Francia, invece,  il Senato, a maggioranza di destra, ha approvato questa notte, il progetto di legge che sancisce l'estesione del green pass e rende obbligatorie le vaccinazioni delle badanti con una serie di modifiche, come l'esenzione dei minori e sulle terrazze. Il via libera al testo è arrivato con 199 voti favorevoli mentre 123 sono stati i voti contrari. Oggi i senatori proveranno ad accordarsi su una soluzione di compromesso in vista del varo definitivo del provvedimento.