Londra 20 luglio - Ha riportato una paralisi facciale (paralisi di Bell) dopo ogni dose di vaccino Pfizer. Vittima della singolare reazione avversa un 61enne inglese. Il caso è stato riportato dalla rivista BMJ Case Reports da Abigail Burrows, del Royal Surrey County Hospital NHS Foundation Trust, a Guildford. Gli esperti non escludono che si tratti di un nuovo effetto collaterale del vaccino a Rna messaggero. "Il fatto che i due episodi di paralisi facciale si siano manifestati nell'uomo immediatamente dopo ciascuna dose di vaccino - rilevano gli autori del lavoro - suggerisce in modo molto forte che la paralisi di Bell sia da attribuire al vaccino Pfizer-BioNTech, sebbene una relazione di causa-effetto non possa essere stabilita".

L'uomo, che secondo quanto risulta non aveva mai avuto precedenti reazioni analoghe, ha riportato la prima paralisi sul lato destro del viso a distanza di 5 ore dalla prima dose di Pfizer-BioNTech, poi un secondo episodio più grave sul lato sinistro del volto due giorni dopo la seconda dose di vaccino. In entrambe i casi all'uomo - in pronto soccorso - sono stati prescritti dei cortisonici. Attualmente le condizioni di salute del 61enne sono molto migliorate e l'uomo è ritornato quasi alla normalità. 

Cos'è la paralisi di Bell

La paralisi di Bell (un tipo di paralisi del nervo facciale) si manifesta come una debolezza o una paralisi improvvisa dei muscoli di un lato del viso dovuta a un malfunzionamento del nervo facciale che, tra le altre cose, muove i muscoli del viso, stimola le ghiandole salivari e lacrimali e controlla un muscolo implicato nell'udito. La causa in genere può essere un'infezione virale o un disturbo immunitario che gonfia il nervo facciale. Già durante le sperimentazioni cliniche dei vaccini Pfizer-BioNTech, Moderna e Oxford/AstraZeneca erano stati riferiti alcuni episodi di paralisi emifacciale. Episodi di paralisi di Bell in passato sono stati associati anche ad alcuni altri vaccini tra cui alcuni per l'influenza e per il meningococco.