Il vaccino Johnson & Johnson
Il vaccino Johnson & Johnson

New York, 31 marzo - Un errore umano in uno stabilimento di Baltimora "rovina 15 milioni di dosi di vaccino Johnson & Johnson", causando ritardi nelle consegne negli Stati Uniti. Lo riporta il New York Times citando fonti federali. L'impianto in causa è gestito da Emergent BioSolutions, partner di Johnson & Johnson e AstraZeneca. Gli ingredienti dei due vaccini sarebbero stati per errore uniti, rovinando milioni di dosi J&J e mettendo in dubbio le consegne del prossimo mese negli Stati Uniti, che dovevano arrivare proprio da Baltimora. Le autorità rassicurano sui vaccini J&J già distribuiti negli Usa perché sono stato prodotti in Olanda. 

Intanto sono state bloccate le spedizioni del vaccino Johnson & Johnson dopo la scoperta dell'errore. Lo ha deciso la Food and Drug Administration, che ha
avviato un'indagine. 

L'amministrazione di Joe Biden è fiduciosa: ritiene ancora a portata di mano l'obiettivo dei 200 milioni di dosi di vaccini nei primi 100 giorni alla Casa Bianca
nonostante le difficoltà di Johnson & Johnson e l'errore umano che ha causato la perdita di 15 milioni di dosi.