La campagna vaccinale in Lombardia
La campagna vaccinale in Lombardia

Milano – La Lombardia ha tracciato il suo calandario per la vaccinazioni per le prossime settimane. Le Regioni ora spingono verso le fasce più giovani e la Lombardia ieri ha annunciato l'apertura delle somministrazioni anche per la classe di età più bassa: dai 29 anni fino ai ragazzi. “Il 2 giugno, non causalmente il giorno della Festa Repubblica, apriremo le vaccinazioni all'ultima categoria, ovvero i ragazzi dai 16 ai 29 anni, in modo di ricevere la prima dose prima di andarsene in vacanza. Il 27 maggio, potremmo aprire le vaccinazioni alla fascia 30-39” ha detto il coordinatore della campagna vaccinale lombarda, Guido Bertolaso. Intanto anche nel resto del Paese stanno già partendo le vaccinazioni per i quarantenni. In Lombardia le vaccinazioni per gli over 40 partiranno il 20 maggio, nonostante l'indicazione del generale Francesco Figliuolo che aveva dato il vita libera già da questo lunedì. La Regione preferisce aspettare, perché le agende sono piene e ci sono gli over 50 da immunizzare. Servirebbero più dosi.

Come si prenota il vaccino in Lombardia 

Per le prenotazioni online è necessario collegarsi al sito https://prenotazionevaccinicovid.regione.lombardia.it/ e tenere a portata di mano il Numero di Tessera Sanitaria e il Codice Fiscale. Possibili anche le prenotazioni al call center al numero 800 894 545; tramite i Postamat di Poste Italiane o attraverso i portalettere.

image

Ecco le date regione per regione.

PIEMONTE

A seguito del via libera da parte della struttura commissariale del generale Figliuolo per la vaccinazione dei 40enni a partire da lunedì 17 maggio, anche in Piemonte sono state anticipate le date delle preadesioni per questa fascia d'età: in particolare da lunedì 17 maggio potrà aderire sul portale www.IlPiemontetivaccina.it la fascia 45-49 anni e da venerdì 21 maggio la fascia 40-44 anni. Dall'8 giugno, poi, partiranno le pre adesioni per la fascia 30-39 anni e dal 15 giugno per la fascia 16-29 anni.

VENETO

Aperte da ieri le prenotazioni per gli over 40 in Veneto. Il governatore Luca Zaia ha anche annunciato la disponibilità di un app "Sanita'KmZero' dove è possibile prenotare direttamente dallo smartphone la vaccinazione."Ora pensiamo ai 40-49enni e poi ci sarà il 'liberi tutti' che significa procedere con i vaccini senza target di età", ha aggiunto Zaia.

FRIULI VENEZIA GIULIA

Da lunedì in Friuli gli over 40, “classe '81 compresa”, potranno prenotare la vaccinazione anticovid. “Da quel giorno, se al momento della prenotazione ci saranno spazi liberi nelle agende, noi inseriremo chiunque possa prenotarsi” all'interno di quelle agende, anche gli over 40. “Il nostro obiettivo sarebbe iniziare le vaccinazioni degli over 40 da giugno, ma se abbiamo le agende libere anticiperemo. Non possiamo prenderci la responsabilità di rallentare la campagna vaccinale” ha detto il presidente del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, durante un incontro a Trieste.

LIGURIA

"In Liguria dal 21 maggio potranno prenotare il vaccino anche le persone di età compresa tra i 45 e i 49 anni e dal 28 maggio quelle tra i 40 e i 44 anni. Quindi dal 21 maggio apriamo anche alla prenotazione dei 40enni. Per accelerare la campagna, però, auspichiamo che aumentino le dosi in arrivo" ha annunciato il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti.

EMILIA-ROMAGNA

Da lunedì anche in Emilia-Romagna i 40-49enni, cioè i nati dal 1972 al 1981 compresi, potranno registrarsi online per la somministrazione del vaccino anti Covid collegandosi al sito della Regione. Tutti coloro che si registreranno verranno successivamente contattati con l'indicazione della data della somministrazione non appena saranno note le forniture vaccinali del mese di giugno. Nel frattempo, infatti, come da indicazioni ministeriali, le vaccinazioni devono procedere per le classi di età superiore e la popolazione fragile. “Come abbiamo fatto finora - ha detto l'assessore alla Salute Raffaele Donini - rispondiamo prontamente alle disposizioni del Generale Figliuolo: lunedì, dunque, apriamo le registrazioni delle candidature per la classe dei 40-49enni. I cittadini iscritti saranno chiamati per la vaccinazione non appena ci saranno dosi sufficienti per quella fascia d'età, naturalmente prima e più ne avremo, prima e più saremo in grado di somministrarne. Anche perché l'Emilia-Romagna si colloca tra le posizioni di vertice sia per dosi utilizzate, sia per l'immunizzazione di queste categorie. Speriamo possano arrivare forniture consistenti, con i quantitativi disponibili si impiegherà buona parte del mese di giugno per continuare a vaccinare le categorie prioritarie per età o fragilità”

TOSCANA

La Toscana ha annunciato che da lunedì 17 maggio esordirà la fascia dei 40enni. La campagna vaccinale è in pieno fermento, almeno da un punto di vista organizzativo. Gioiscono anche le isole dell'Arcipelago: dopo Capraia, immunizzata la popolazione, la Asl Toscana Sud Est è pronta per vaccinare in tre giorni (21-22-23 maggio) in massa gli abitanti dell'isola del Giglio e della minuscola e semidisabitata Giannutri. Un incentivo notevole ad affrontare la stagione turistica con più ottimismo. “Martedì 18 maggio verrà a trovarci il generale Figliuolo – ha detto il governtore Giani -. Voglio che si renda conto di come la Toscana sta seguendo le indicazioni della campagna vaccinale. Abbiamo visto le sue indicazioni che invitano ad aprire ai 40enni e quindi noi faremo di conseguenza. La data la decideremo in una riunione tecnica, ma penso che proprio da lunedì apriremo a due anni dei 40enni”. Lunedì riunione della giunta regionale per affrontare con un atto la vaccinazione dei fragili dopo quella degli “estremamente fragili”.

LAZIO

Da martedì 18 (alle 00.00) sono aperte le prenotazioni per le vaccinazioni anti-Covid per le classi di età 51 e 50 anni (nati nel 1970 e 1971) e per 49 e 48 anni (nati 1972 e 1973) su portale Salutelazio. Lo ha annunciato l'assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D'Amato. 

MARCHE

Si apriranno sabato 15 maggio nelle Marche le prenotazioni dei vaccini per la fascia di età 50-59 e la somministrazione delle dosi partirà da lunedì 17 maggio. Mercoledì 19 maggio sarà la volta della fascia 40-49: saranno aperti gli slot di prenotazione, ma l'inizio della somministrazione del vaccino e' prevista per fine giugno. Infine, entro il 25 maggio saranno vaccinati tutti i caregiver che hanno effettuato la prenotazione. Queste le direttive emerse dalla Cabina di regia dei vaccini presieduta dall'assessore alla Sanità Filippo Saltamartini.

ABRUZZO

“Lunedì verrà aperta la piattaforma per la prenotazione dei vaccini anche agli over 40". Così il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio a margine della riunione dell'Unità di crisi regionale. Intanto prosegue la vaccinazione delle altre categorie "con una percentuale - dice Marsilio - migliore di due punti rispetto alla media italiana".

PUGLIA

La Puglia si è allineata alle indicazioni del commissario straordinario Francesco Paolo Figliuolo e da lunedì prossimo anche i 49enni e 48enni potranno prenotare l'appuntamento per vaccinarsi contro il Covid. Venerdì 21 maggio la fascia 40-49 anni sarà completata con l'apertura delle agende anche per chi è nato tra il 1978 e il 1981.

CAMPANIA

In Campania "a partire dal 15 maggio 2021, sarà aperta la piattaforma per le adesioni alla vaccinazione dei cittadini della fascia di età 45-49. Per la fascia 40-44 la piattaforma sarà aperta a partire da martedì prossimo, 18 maggio". A comunicarlo, in una nota, l'unità di crisi regionale.

BASILICATA

Da lunedì 17 maggio, in Basilicata (zona gialla, ma con cinque comuni in zona rossa fino al 16 maggio), si apriranno le prenotazioni per le vaccinazioni anti covid-19 per gli over 40.

SICILIA

Dopo il via libera ai vaccini per gli over 50, da lunedì porte aperte anche ai quarantenni (oltre 500mila), che potranno prenotare il loro siero anticovid. Nell'Isola si allarga il target di cittadini che potranno vaccinarsi: restano esclusi solamente i soggetti tra i 16 e i 39 anni che non hanno patologie.

SARDEGNA

Nell'Isola la prenotazione per gli over 40 non partirà da lunedì 17, almeno per ora. “Nell'ultima videoconferenza che abbiamo avuto con Figliuolo, le Regioni hanno chiesto di sapere la programmazione arrivi e il Commissario ci ha risposto che per giugno non era in grado di darcela. Quindi non capisco come si possa fare una programmazione a medio termine senza sapere quanti sono i vaccini che arriveranno” ha detto l'assessore della Sanità della Regione Sardegna, Mario Nieddu, a margine dell'apertura del centro tamponi rapidi della Croce Rossa Italiana alla stazione ferroviaria di Cagliari.