Milano - La campagna vaccinale lombarda prosegue. Oggi la Regione ha raggiunto quota 3.583.091 vaccinazioni (il dato più alto), per una percentuale di vaccinazioni su dosi consegnate che ha raggiunto quota 87,9%. Per quanto concerne questo dato la regione è terza, alle spalle di Marche e Liguria. In queste ore da Palazzo Lombardia è stata confermata l'intenzione di coinvolgere le aziende per la somministrazione dei vaccini anti-Covid. "Il piano vaccinale in Regione Lombardia sta funzionando molto bene - hanno detto la vicepresidente di Regione Lombardia e assessore al Welfare, Letizia Moratti e l'assessore regionale allo Sviluppo economico, Guido Guidesi, dopo la presa di posizione di Confindustria Lombardia, che chiede tempistiche certe -.  Vogliamo al più presto mettere in sicurezza le fasce più deboli e subito dopo concentrarci sulla vaccinazione di massa, momento in cui confermiamo la volontà del coinvolgimento delle aziende lombarde", hanno spiegato in una nota. "A breve - aggiungono - usciranno precise indicazioni sulle modalità operative, ma è evidente che le tempistiche sono strettamente legate dalle dotazioni vaccinali che il Governo invierà in Regione Lombardia, come già a suo tempo premesso". 

La presa di posizione di Confindustria

Il presidente di Confindustria Lombardia Marco Bonometti stamani ha infatti sottolineato che "per le imprese adesso è fondamentale avere risposte e tempistiche certe sulla possibilità di dare il via ai propri piani vaccinali e assicurare così la salute dei propri collaboratori, guardando al futuro con fiducia". "L'industria lombarda è pronta. Ora servono i vaccini - ha proseguito -. Oltre 1400 aziende lombarde, a testimonianza dell'importante ruolo sociale che esse svolgono sul territorio, si sono già messe a disposizione per effettuare nelle fabbriche le vaccinazioni dei lavoratori, nel rispetto delle priorità dettate da Governo e Regione. A questo punto, servono decisioni da parte delle istituzioni". 

Le tappe della campagna

L'1 maggio è stata estesa la possibilità di prenotare la vaccinazione anti Covid-19 alla fascia d'età 16-49 anni (nati 1972-2005) con esenzione per patologia. L'esenzione per patologia che permette la prenotazione è un'esenzione per malattia cronica: si tratta di cittadini affetti da patologie che possono aumentare il rischio di sviluppare forme severe di Covid-19. Fondamentali nelle prossime tappe saranno anche le indicazioni del commissario straordinario per l'emergenza Covid Francesco Figliuolo "Faccio un appello a tutti i presidenti delle regioni, di seguire il piano vaccinale: over 80, 70-79, over 65. Non disperdiamo le dosi in altri rivoli" ha detto oggi ricordando ai governatori di "seguire il piano vaccinale per poter poi riaprire al più presto alle classi produttive, a turismo, spettacolo, sport". 

Vaccini Covid, Figliuolo: "Dopo gli over 65 tocca alle categorie produttive"
 

Vaccinato il governatore Fontana

Il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, ha ricevuto oggi pomeriggio la prima dose di vaccino anti-Covid. Come previsto per gli over 60, il governatore Fontana è stato vaccinato con Astrazeneca. Fontana è stato vaccinato alle 14.40 all'ospedale in Fiera a Milano, pochi minuti dopo è stato chiamato per l'accettazione e quindi via con la fase anamnestica e la somministrazione.  "Ho ricevuto una dose di Astrazeneca - ha detto Fontana - e non ho sentito nessun fastidio. Sono contento di essere stato vaccinato proprio qua, uno dei luoghi simbolo della lotta al Covid, tanto è stato fatto in questo posto e quindi mi ha fatto piacere essere chiamato qui. A fine luglio avrò il richiamo. Auspico che tutti i lombardi aderiscano alla campagna vaccinale che è l'unico modo per sconfiggere il virus".  La Lombardia, ha sottolineato Fontana, "ogni giorno fa oltre il 23% del totale nazionale delle somministrazioni. Abbiamo bisogno di più vaccini e auspico che l'Europa aumenti le forniture così da immunizzare il prima possibile la popolazione". Da ultimo una raccomandazione: "La vaccinazione aiuta, ma soprattutto fintanto che il virus continua a essere così diffuso, è meglio continuare a mantenere comportamenti virtuosi indossando sempre la mascherina, rispettando il distanziamento e igienizzando di frequente le mani". 

Come si prenota il vaccino

Per le prenotazioni online è necessario collegarsi al sito https://prenotazionevaccinicovid.regione.lombardia.it/ e tenere a portata di mano il Numero di Tessera Sanitaria e il Codice Fiscale. Possibili anche le prenotazioni al call center al numero 800 894 545; tramite i Postamat di Poste Italiane o attraverso i portalettere.

image