Il generale Francesco Paolo Figliuolo non ha dubbi: bisogna spingere sull “ultimo miglio” della campagna vaccinale. Le prossime settimane saranno quindi decisive per capire che autunno-inverno si avrà davanti. Il commissario straordinario oggi è stato in visita in Sicilia, unica zona gialla in Italia. Figliuolo ha mostrato apprezzamento per quanto fatto nell’Isola nelle ultime settimane: “Qui in Sicilia è stato fatto un grande lavoro di squadra, che è quello che ho sempre immaginato quando ho elaborato il piano nazionale. Spesso dite che la Sicilia è ultima nelle graduatorie, io dico che la Sicilia è partita in un certo modo ma oggi vedo una eccezionale organizzazione. Il tempo è galantuomo, se i siciliani continueranno ad avere fiducia vedrete che la Sicilia nel giro di poco si porterà alla pari delle altre Regioni, anzi anche meglio”.

Mentre si cerca di scalfire lo zoccolo duro degli indecisi o contrari alla vaccinazione anti-Covid si è aperta una nuova fase della lotta al virus Sono partite oggi le terze dosi, destinate ai soggetti più fragili. Ma quali sono le prospettive? Tutti riceveranno il richiamo? "Le dosi di vaccino ci sono. Ne ho parlato con il ministro Speranza, con i presidenti di Regione, che sono pronti, non appena il Cts ci darà il via libera partiremo con la terza dose per i residenti delle Rsa, gli over 80 e per il personale sanitario" ha chiosato il commissario. "E una decisione che prenderà la scienza, andremo avanti e se ci dicono che dobbiamo scendere a fasce di età inferiori lo faremo" ha spiegato.

Figliuolo ha ribadito che "il vaccino è l'unico modo per ritornare liberi, per toglierci le mascherine, parlare e prendere il caffè. Lancio quindi un accorato appello a tutti coloro i quali in questo momento sono esitanti: chiedete a medici e infermieri e a chi ha ancora sulla pelle gli effetti del Covid, che a volte non passano neanche dopo un anno. Qui non si tratta di obblighi o non obblighi, ma di salute pubblica e salute individuale - ha aggiunto -. Dobbiamo spingere adesso su quest'ultimo miglio". Infine un bilancio della campagna vaccinale nel Paese: "Oggi siamo a 41 milioni di italiani vaccinati, il 76% degli over 12, è già un bel risultato, e si va avanti, e stanno crescendo le prenotazioni, vedremo se questa tendenza verrà confermata nei prossimi giorni”. Stando ai dati di oggi del sito del Ministero in Italia dall'inizio della campagna vaccinale sono state somministate 82.520.145 dosi. Sono 41.076.003 gli italiani che hanno compleato il ciclo vaccinale (pari al  76,05 % della popolazione over 12). 3.191 le persone che hanno ricevuto la dose aggiuntiva.