Quotidiano Nazionale logo
27 feb 2022

Ucraina, bus di profughi in fuga dalla guerra arrivato a Trieste

A bordo una cinquantina di persone, quasi tutte donne o bambini, dirette a Brescia, Milano e Vicenza. Oltre 350mila ucraini già scappati

Un autobus con targa ucraina con una cinquantina di persone a bordo - donne e bambini e due uomini, di cui uno � l'autista - in fuga dalla guerra � giunto al confine di Fernetti (Trieste), 27 febbraio 2022. ANSA/ MAURO ZOCCHI
L'autobus arrivato a Trieste

Trieste, 27 febbraio 2022 - Sono una cinquantina, arrivati a bordo di un autobus con targa ucraina: sono soprattutto donne e bambini - solo due gli uomini, di cui uno è l'autista - in fuga dalla guerra. E' il bus dei profughi ucraini arrivato al confine di Fernetti (Trieste). Ad attenderlo c'erano le forze dell'ordine - carabinieri, polizia e Guardia di Finanza -  che hanno effettuati i regolari controlli di frontiera. I profughi sono diretti tutti a casa di parenti, amici o conoscenti, prevalentemente le destinazioni si trovano nel  Nord dell'Italia, tra Brescia, Vicenza, Milano. Ma qualcuno è diretto anche a Roma.

Quella dei profughi in fuga dalla guerra sta diventando una emergenza nell'emergenza. Sono di ieri le immagini dei porti e delle stazioni ucraine presi d'assalto da quanti hanno cercato riparo in Polonia, Romania o Slovacchia. L'Alto commissario delle Nazioni Unite per i rifugiati Filippo Grandi ha scritto su Twitter che "più di 150mila rifugiati ucraini sono passati nei Paesi confinanti. La metà di loro in Polonia e molti altri in Ungheria, Moldova e Romania". "Stanno crescendo anche gli spostamenti di profughi all'interno dell'Ucraina - ha aggiunto Grandi - ma la situazione militare rende molto difficile sia fare stime sui numeri e fornire aiuto". Ma il numero è in realtà già salito e ammonta ormai a 368mila secondo l'Unhcr.   Le agenzie delle Nazioni Unite hanno stimato in 5 milioni di persone, il possibile movimento verso altri Paesi dall'Ucraina a causa della guerra in corso.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?