Milano - Un'estate segnata da nubifragi e trombe d'aria. Anche la Lombardia negli ultimi mesi è stata flagellata da violente ondate di maltempo. Come sottolineato da Coldiretti l'estate 2021 si chiude con quasi 1300 nubifragi, bombe d`acqua, trombe d`aria, grandinate e tempeste di fulmini in aumento del 58% rispetto allo scorso anno ed effetti devastanti su città e campagne. "Si tratta di una media di più di 14 eventi estremi al giorno lungo tutta la Penisola dove si sentono gli effetti della tropicalizzazione del clima confermata dalla tendenza all`aumento della temperatura con l`estate 2021 che si classifica dal punto di vista climatologico come la sesta più calda dal 1800 con una temperatura superiore di 1,55 gradi rispetto alla media, secondo dati Isac Cnr."

Per tutto il pomeriggio di domenica la Lombardia è stata sferzata dal maltempo con temporali che hanno provocato allegamenti e smottamenti, soprattutto nel Varesotto, e con diverse trombe d'aria che hanno causato danni rilevanti in diverse province. In particolare, una tromba d'aria si è abbattuta sul comune di Corte Palasio, nel Lodigiano, poco dopo le 15. Molte le abitazioni colpite e scoperchiate, ma non si registrano feriti. Un'altra violenta tromba d'aria si è abbattuta sulla Bassa Bresciana. Anche qui non si registrano feriti, ma diversi danni anche di grossa entità, alle abitazioni. Pontevico il paese più colpito, con tetti di case e cascine divelti dal vento.

Sempre una tromba d'aria ha investito Marzano, nel Pavese, abbattendo alberi e danneggiando diversi edifici. Nella provincia di Varese centinaia le richieste di aiuto arrivate alla centrale provinciale dei vigili del fuoco per automobilisti rimasti bloccati a bordo delle loro auto, per allagamenti e piante divelte dal vento. A essere particolarmente colpiti i comuni di Busto Arsizio e Solbiate Arno. A Jerago con Orago una parete di contenimento è crollata a causa delle forti piogge con i detriti che hanno invaso la strada. Il crollo ha interessato anche una tubatura del gas. A Busto Arsizio un'auto è finita sommersa dall'acqua, in un sottopasso limitrofo alla stazione ferroviaria. Il Comune ha diramato un alert per avvisare i cittadini e chiedere loro di non uscire di casa. A Varese gli ospiti di un hotel sono stati evacuati dai vigili del fuoco a causa delle forti piogge che hanno sommerso la città. Circondati dall'acqua, in 75 sono stati aiutati a lasciare le camere e a mettersi al riparo. Tra Gallarate e Busto Arsizio le richieste di soccorso per allagamenti sono arrivate a oltre 130. La strada statale 341 'Gallaratese' è stata temporaneamente chiusa al traffico tra il km 35,387 e il km 36,697 nel territorio comunale di Gallarate, in provincia di Varese, a causa delle forti piogge che hanno causato il versamento in carreggiata di fango e detriti a seguito di un smottamento. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, le squadre Anas e le forze dell'ordine. Critica infine la situazione a Canegrate, nel Milanese, dove il fiume Olona ha rotto gli argini e alcuni abitanti sono stati evacuati-

Per Coldiretti l'ultima ondata di maltempo dell'estate ha fatto salire il conto dei danni provocati all'agricoltura con campi allagati, alberi abbattuti e coltivazioni di mais e riso duramente colpite in prossimità della raccolta. "Siamo di fronte - osserva Coldiretti - alle conseguenze dei cambiamenti climatici anche in Italia dove l'eccezionalità degli eventi atmosferici è ormai la norma, con una tendenza alla tropicalizzazione che si manifesta con grandine di maggiori dimensioni, una più elevata frequenza di manifestazioni violente, sfasamenti stagionali, precipitazioni brevi e intense ed il rapido passaggio dal sole al maltempo". Effetti che hanno fatto perdere all'agricoltura italiana nel 2021, continua l'associazione, "quasi 2 miliardi di euro".