Quotidiano Nazionale logo
30 nov 2021

Torino, carabiniere accoltellato durante rapina a farmacia. Fermati i responsabili

Un 16enne ha ammesso di essere l'accoltellatore del brigadiere Maurizio Sabbatino. Anche il complice di 18 anni si è costituito

Carabinieri e RIS sul luogo dove un carabiniere � stato accoltellato durante una rapina in una farmacia di Corso Vercelli a  Torino, 29 novembre 2021 ANSA/TINO ROMANO
I carabinieri nella farmacia di Torino dove è avvenuto l'accoltellamento

Torino, 30 novembre 2021 - Si è costituito il rapinatore che ieri sera ha ferito un carabiniere. Nella tarda serata di ieri, un ragazzo di 16 anni si è costituito al commissariato di Madonna di Campagna di Torino, dopo la tentata rapina in una farmacia, finita con l'accoltellamento e il grave ferimento del brigadiere Maurizio Sabbatino di 53 anni.

Si tratta di un minore italiano che forse a causa della pressione investigativa dei carabinieri in tutta la provincia, con posti di blocco e lampeggianti ovunque, ha deciso di costituirsi. Sottoposto a fermo nella notte dai carabinieri, i militari sono in cerca del complice. Ricerca che si è conclusa da poco. Si è infatti costituito anche il secondo rapinatore.  Un 18enne si è presentato - come si apprende da fonti investigative - alla stazione dei carabinieri di Falchera, alla periferia della città.  

Il brigadiere, che era fuori servizio, ieri fine pomeriggio, ha sorpreso due malviventi con il volto travisato che stavano per compiere una rapina in farmacia in corso Vercelli ed è intervenuto. Nel tentativo di bloccare i due rapinatori è stato accoltellato tre volte, due fendenti lo hanno raggiunto al torace e uno alla gamba. Sabbatino è stato ricoverato al San Giovanni Bosco in gravi condizioni.

Sono le conseguenze della rapina violenta ieri pomeriggio a Torino. Un carabiniere fuori servizio, un brigadiere di 53 anni in servizio alla compagnia Oltre Dora, è stato ferito da tre coltellate durante una rapina avvenuta nel tardo pomeriggio di oggi alla Farmacia comunale 12 di corso Vercelli 236, nella periferia nord del capoluogo piemontese.

Secondo una prima ricostruzione due uomini con il volto coperto da una mascherina chirugica sarebberro entrati in farmacia e uno di loro impugnava una pistola, risultata poi a salve. Il militare ,che era all'interno della farmacia,sarebbe intervenuto ed è partito un colpo dalla scacciacani. I due sarebbero caduti a terra e a questo punto sarebbe intervenuto l'altro bandito colpendo  il brigadiere con tre coltellate: due al torace e una alla gamba. I due poi sono fuggiti su uno scooter.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?