Quotidiano Nazionale logo
4 ott 2021

Vaccino covid, terza dose: via libera dell'Ema

L'obiettivo dell'80% di popolazione vaccinata dovrebbe essere raggiunto questa settimana

virginia pedani
Cronaca
Inizio delle somministrazioni della terza dose del vaccino anti COVID per le persone fragili e immunodepresse presso l�ospedale San Giovanni Bosco, Torino, 20 settembre 2021 ANSA/ALESSANDRO DI MARCO
Terza dose di vaccino: al via le somministrazioni (Ansa)

L'Agenzia europea per i farmaci (Ema) ha approvato la terza dose dei vaccini Pfizer e Moderna per persone fragili 28 giorni dopo la seconda dose e, in generale, per tutti dopo almeno 6 mesi dalla seconda inoculazione. Anche per chi ha ricevuto il monodose Johnson e Astrazeneca

La decisione arriva dopo che vari Stati europei hanno già cominciato con la campagna per somministrare le terze dosi di vaccino anti covid: la Francia, ad esempio, oltre agli immunodepressi, ha già provveduto con gli over 65 e la Germania lo ha già fatto anche a coloro che vivono nelle case di riposo.

Fuori dall'Ue c'è il caso di Israele, primo Paese a decidere di somministrare la terza dose, che al 28 settembre contava già un terzo della popolazione vaccinata. Qui la precedenza è stata data  ai più anziani, ma rapidamente si è deciso che chiunque avesse più di 12 anni potesse comunque riceverla.  L’agenzia ha ricordato che, in ogni caso, "ogni Paese può decidere autonomamente se raccomandare o meno la terza somministrazione".

Intanto, l'obiettivo di copertura vaccinale dell'80% della popolazione, sembra essere alle porte. Secondo il Commissario straordinario per l’emergenza covid-19 Francesco Figliuolo, ci dovremmo già arrivare "in questa settimana"

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?