Super green pass o green pass normale, controlli, terze dosi. Da oggi, lunedì 6 dicembre, al 15 gennaio la gestione della pandemia viaggerà sui due binari paralleli - ma a doppia velocità - del green pass base e del super green pass (o green pass rafforzato). Un modo, quello trovato dal Governo Draghi, per mettere in sicurezza il periodo delle feste in un momento in cui i contagi crescono ovunque e in cui si conferma, ancora una volta, che gli ospedali e le terapie intensive sono "frequentate" in larghissima parte da non vaccinati (qui il report dettagliato dell'Iss). Nelle ultime 24 ore toccato il record di 1,3 milioni di certificati scaricati e boom di prenotazioni per la prima dose. "Il senso di responsabilità dei cittadini è la forza dell'Italia", scrive sui social il Sottosegretario all'Interno Carlo Sibilia.

Il testo del nuovo decreto/PDF

Cosa cambia da domani

Ecco la guida definitiva per affrontare da domani lavoro, viaggi, spostamenti, uscite di piacere.

  1. Cos'è il green pass rafforzato e qual è la differenza con quello base?
  2. Come ottenere il super green pass?
  3. Dove serve il super green pass?
  4. Dove basta il green pass base?
  5. Serve il certificato verde sui mezzi pubblici dai 12 anni in su?
  6. Come funzionano i controlli?
  7. Cosa succede se la regione cambia colore?
  8. Quando cambia la durata da 12 a 9 mesi della certificazione?
  9. Ho fatto la terza dose, quando riceverò il pass?
  10. Cosa succede se prendo il Covid?

Cos'è il green pass rafforzato e qual è la differenza con quello base?

Il green pass base è quello che si può ottenere semplicemente con il tempone, o rapido (con validità 48 ore), o molecolare (72 ore); il super green pass è quello che si ottiene con la vaccinazione completa o con la guarigione dal Covid.  La validità scende da 12 a 9 mesi. 

Come ottenere il super green pass?

Chi possiede già un green pass per vaccinazione o guarigione non deve scaricare una nuova certificazione. Sarà l’App VerificaC19 a riconoscerne la validità.

Dove serve il Super gren pass?

Necessario il super green pass per l'accesso a spettacoli, eventi sportivi, bar e ristoranti al chiuso, feste e discoteche, cerimonie pubbliche e matrimoni. Per quanto riguarda i ristoranti e i bar, chi ha il green pass base oppure non ha il green pass, potrà o consumare all'aperto oppure entrare solo per una consumazione al banco o solo per prendere da asporto. E ancora: chi alloggia in un albergo col solo green pass generato da tampone, potrà anche accedere al ristorante o all'area benessere della struttura, senza la necessità di avere il pass rafforzato.

Dove basta il green pass base?

Il green pass base sarà obbligatorio per alberghispogliatoi per l'attività sportiva, palestre, piscine, impianti sciistici, trasporto ferroviario regionale e trasporto pubblico locale. Per gli alberghi, dunque, questo vuol dire che se si alloggia per più di due giorni, il tampone sarà da ripetere. Il pass base è sufficiente per andare al lavoro. E' necessario (ma lo era anche prima) anche per accedere negli istituti scolastici (l'obbligo vale per il personale ma anche per i genitori, non per gli studenti). Obbligatorio in università, sia per il personale sia per gli studenti.  

Serve il certificato verde sui mezzi pubblici dai 12 anni in su?

Sì, da domani per accedere ai mezzi pubblici anche del trasporto locale bisognerà avere il green pass (quello base, per cui basta il tampone). Dai 12 anni in su, chi prenderà i mezzi pubblici dovrà avere il Green pass base. 

Come funzionano i controlli?

Polizia e carabinieri che si aggiungono alla municipale, si avvarranno anche del supporto degli operatori delle società del Tpl. A Roma sono previsti anche blitz dei vigili sui mezzi, oltre agli accertamenti alle fermate, con piccoli nuclei composti da due persone "in forma itinerante". A Milano ci saranno "squadre affiancate" di incaricati delle aziende e forze dell'ordine agli ingressi. Ma i controlli, ha anche specificato il capo di gabinetto dell'Interno Bruno Frattasi, non dovranno avere conseguenze sul  servizio e vanno scongiurati problemi di ordine pubblico. 

Cosa succede se la regione cambia colore?

In zona gialla torna il limite delle quattro persone al tavolo in bar e ristoranti, ma non vale per chi ha il super Green pass. Le discoteche restano aperte anche in zona gialla con capienza ridotta al 75% all'aperto e 50% al chiuso. Vietato l'accesso ai non vaccinati. Stadi, teatri, cinema, concerti, musei, restano aperti ma solo a chi ha il super Green pass. In zona gialla cambia anche la regola per gli impianti sciistici: servirà non più il pass base, ma quello rafforzato. Basterà quello base invece per palestre e piscine. 

Nuove regole: cosa cambia a seconda dei colori di ogni zona

In zona arancione all'obbligo di mascherina all'aperto si aggiunge il coprifuoco dalle 22 alle 5: vietato uscire di casa se non per lavoro, salute, necessità. Ed è vietato uscire dal proprio Comune. Ma attenzione: questi limiti valgono solo per chi non ha il Green pass rafforzato. Quindi chi è vaccinato, o è guarito, può girare liberamente. Nei ristoranti non ci sarà più il servizio al tavolo. Restano aperte tutte le attività come in zona gialla, ma solo per chi ha il vaccino (o è guarito). 

In zona rossa si torna in lockdown, e vale per tutti, vaccinati o no. Quindi vietato uscire di casa se non per motivi di necessità, lavoro, salute (obbligatoria l'autocertificazione). Chi ha il Green pass potrà però spostarsi tra regioni. Chiudono i negozi, tranne quelli di prima necessità. Ristorazione possibile fino alle 22, ma solo da asporto. La scuola torna in Dad al 100%. 

Quando cambia la durata da 12 a 9 mesi della certificazione?

Dal 15 dicembre la validità della certificazione verde da vaccinazione, per le dosi successive alla prima o dose dopo guarigione, passa da 12 a 9 mesi dalla data di somministrazione. Se sono passati più di nove mesi occorre prenotare la dose di richiamo entro il 14 dicembre per ricevere il nuovo pass entro 48 ore dalla somministrazione del vaccino, che varrà per 9 mesi.

Ho fatto la terza dose, quando riceverò il pass?

Appena fatta la terza dose, viene emessa una nuova Certificazione verde: si riceve via sms o email un messaggio con un nuovo codice Authcode. Le nuove Certificazioni per “terza dose” (anche dette dose “booster” o “richiamo”) e “seconda dose” nel caso di vaccino Janssen (Johnson & Johnson) o vaccino dopo guarigione vengono emesse entro 48 ore dalla vaccinazione e, a partire dal 15 dicembre 2021, hanno validità per 9 mesi dalla data della somministrazione. 

Cosa succede se prendo il Covid?

Se si contrae il Covid-19 dopo la somministrazione della prima dose di un vaccino che ne prevede due, e l'infezione da Covid-19 è avvenuta oltre il quattordicesimo giorno dalla somministrazione della prima dose di vaccino (fa fede la data del primo test molecolare positivo), si riceve la Certificazione verde Covid-19 insieme al green pass per guarigione.

Se si contrae il Covid-19 entro quattordici giorni dalla somministrazione della prima dose di vaccino, per ricevere il green pass di ciclo vaccinale primario completato è necessaria una seconda dose, da effettuare entro 180 giorni dall'infezione (fa fede la data del primo test molecolare positivo).