Forte esplosione sul cratere dello Stromboli, avvertita dagli abitanti dell'isola e dai turisti, sentita anche dal borgo di Ginostra. L'attività eseguita dai vulcanologi dell'Ingv e dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Osservatorio Etneo, ha riferito che "le reti di monitoraggio hanno registrato alle ore 16.18, una variazione dei parametri monitorati. In particolare si osserva "un'anomalia termica dalle telecamere di sorveglianza".

L'esplosione ha prodotto una significativa emissione di materiale piroclastico grossolano che ha superato la terrazza craterica, interessando l'area del Pizzo Sopra la Fossa e la Sciara del Fuoco con rotolamento del materiale caldo sino alla linea di costa. In concomitanza dell'esplosione, definita "maggiore" dai vulcanologi, è stato registrato un evento sismico di ampiezza decisamente superiore alla media. Fortunatamente non si sono tuttavia registrati danni a persone o edifici.